Newsletter ENGIM – n. 2/2016

IN APERTURA: 540 MILIARDI DI LAVORO NERO E ILLEGALITA’
Ammonta a circa 540 miliardi il Pil sommerso, pari a un terzo del prodotto interno lordo ufficiale, che vale 1.500 miliardi di euro. “Il 2015 anno record nel recupero sull’evasione fiscale (quasi 15 miliardi euro)”. CONTINUA A LEGGERE…

INFOGRAFICA: QUANTO STAVANO MEGLIO I GIOVANI NEGLI ANNI 90?
“Nel 1991 lo stipendio medio di un giovane di età compresa tra i 20 e i 30 anni era di 13mila euro. Nel 2010 è scesa a 10mila. Lo stesso vale per il tasso di occupazione passato dal 54% fra i 20-30enni nel 2002al 41% nel 2011.” CONTINUA A LEGGERE…

YOUTH ON THE MOVE: RAFFORZARE IL SOSTEGNO AI GIOVANI EUROPEI
La Commissione europea dà il via a Youth on the Move (gioventù in movimento), una nuova iniziativa faro destinata ad aiutare questi giovani ad acquisire le conoscenze, le abilità e le esperienze di cui hanno bisogno per trovare il loro primo posto di lavoro. CONTINUA A LEGGERE…

ENGIM LOMBARDIA: ARRIVANO LE GIORNATE DELLA SPIRITUALITÀ 2016 DAL 4 AL 6 MARZO A CAORLE (VE)
Come Giona dai anche tu un segno…questo il lancio delle Giornate delle Spiritualità 2016 che si terranno a Caorle (VE) da venerdì 4 alle ore 21.00 sino a domenica 6 marzo alle ore 22.30. L’iniziativa è indirizzata ai giovani dai 17 anni in su che si trovano desiderosi di una forte esperienza di preghiera. CONTINUA A LEGGERE…

ENGIM RAVENNA: OPEN DAY 2016 parola d’ordine PIACERE!
Engim rinnova la sua sfida: quella di far conoscere tutto il suo mondo al maggior numero di persone possibili, è l’Engim Open Day. Un giorno dedicato ai ragazzi e alla loro formazione, a tutto quello che Engim ha da offrirgli per far sì che possano dire la loro nel mondo del lavoro ma non solo. CONTINUA A LEGGERE…

INAUGURAZIONE BOTTEGA EQUO-SOLIDALE UBUNTU. IL NOSTRO NEGOZIO ENGIM!!!!
SABATO 13 FEBBRAIO ORE 16:00 IN PRESENZA DEL NOSTRO SINDACO FABRIZIO MATTEUCCI
Immaginate un luogo dove potete trovare cibi provenienti da ogni parte del mondo, liberi dal peso dello sfruttamento, intatti nel sapore e pieni di un gusto dal sapore genuino e antico. Immaginate un luogo il cui scopo è vendere ma non quello di fare ricavi: il suo scopo è di vendere sapori e quello che essi rappresentano. CONTINUA A LEGGERE…

IL TRIBUNALE DI TERMINI IMERESE HA CONDANNATO LA REGIONE SICILIA A PAGARE ALL’ENGIM SICILIA LA SOMMA PER I SUOI DIPENDENTI
Il Tribunale di Termini Imerese, nella persona del giudice del lavoro, dott. Rezzonico, in data 15.02.2016, ha emesso n. 5 sentenze con le quali ha accertato e confermato quanto da sempre sostenuto dall’associazione Engim Sicilia, nella persona del proprio presidente e legale rappresentante, rev. Antonio Teodoro Lucente.

Difatti, il suddetto Tribunale, pur confermando il debito di Engim Sicilia nei confronti dei propri dipendenti, ha condannato l’Assessorato Regionale dell’Istruzione e della Formazione Professionale della Regione Siciliana a “pagare all’ENGIM le somme da questo dovute al resistente opposto (lavoratore, n.d.a.) in forza del capo di sentenza che precede” e lo ha ulteriormente condannato alla refusione delle spese legali del giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo.

Nello specifico, il giudice ha affermato, in un passo della sentenza, che “considerata l’essenzialità della formazione professionale ai fini dell’ingresso nel mondo del lavoro e quindi della tutela di valori costituzionali fondanti la Repubblica (cfr. artt. 1, 4, 34 e 35 Cost.), la già avvenuta erogazione del servizio pubblico formativo da parte dell’ENGIM avrebbe comunque imposto l’erogazione del finanziamento per consentire all’Associazione di far fronte ai propri oneri contrattuali verso i propri dipendenti, e ciò anche nell’ottica dei doveri di buona fede e solidarietà economica e sociale (art. 2 Cost.), ferma restando la possibilità, ove sussistenti i relativi presupposti, di revoca del finanziamento e di attivazione delle procedure di recupero”.

Sempre il medesimo Tribunale di Termini Imerese, nella persona però del giudice dell’esecuzione, dott. Turco, in data 03.02.2016, ha sancito un ulteriore principio in favore dell’associazione Engim Sicilia.

Difatti, in un procedimento di pignoramento da parte di una ex lavoratrice dell’Engim Sicilia, su cui avevano effettuato intervento anche altri ex lavoratori, complice l’assenza di dichiarazione del terzo pignorato (Assessorato Regionale dell’Istruzione e della Formazione Professionale della Regione Siciliana che “si è sottratto ingiustificatamente ai propri obblighi imposti dalle norme di rito”), il Tribunale, considerando che “ai sensi e per gli effetti dell’art. 548 c.p.c., comma primo, il credito pignorato si considera non contestato anche nei confronti dei creditori intervenuti, condividendo l’orientamento della S.C. di Cassazione”, ha assegnato tutte le somme richieste non solo al creditore procedente ma anche ai creditori intervenuti (per l’intero), ordinando “al terzo pignorato (Assessorato Regionale) di pagare le somme assegnate presso il proprio domicilio ai suddetti creditori per conto del debitore esecutato (Engim Sicilia)”.

INCONTRO NAZIONALE DIRETTORI ENGIM: SCELTE DI CAMPO
Giovedì 25 febbraio ’16 dalle ore 10:00 alle ore 10:45 preghiera
Presidente Marco De Magistris –
Riflessione di Danilo Magni vic. Prov. Italia alle ore 11:00 alle ore 13:00

“Spiritualità del Murialdo nelle difficoltà”,
di don Lorenzo Sibona Sup. Provincia Italiana

“Segui-condividi-crea “
di Marco Muzzarelli dir. ENGIM Artigianelli

“Verbi che nella carne bisogna coniugare”
di d. Antonio lucente

PUBBLICATO IL RAPPORTO 2015 DI AMNESTY INTERNATIONAL

“Nel campo dei diritti umani il nostro Governo sembra essere latitante”: è la denuncia di Antonio Marchese, presidente di Amnesty International Italia, presentando il Rapporto annuale di Amnesty International “sulla situazione dei diritti umani nel mondo”. “Da quest’anno – ha detto il presidente…leggi tutto

Le nostre sedi

Cerca le sedi di ENGIM in Italia e nel mondo. Vai alla sede più vicina

I corsi

Vuoi imparare un mestiere? Cerca il corso più vicino a te!

Engim ONG

Informati sui progetti organizzati da ENGIM nel mondo

Presidenza: antoniolucente@murialdo.org – Direzione Generale: direzione.gen@engim.org
Direzione Ricerca e Sviluppo: ricercaesviluppo@engim.it – Segreteria: segreteria.nazionale@engim.org
00185 Roma Via degli Etruschi, 7 – Tel. 06/4441688 Fax. 06/4441672

Invia le notizie della tua Opera a news@murialdo.org

Misericordia oltre i confini…

Nei giorni 26-27 febbraio ’16 si è tenuto presso l’Istituto Filosofico-Teologico San Pietro di Viterbo l’annuale convegno di studio, che nell’anno giubilare ha approfondito il tema Misericordia oltre i confini della Chiesa, da tre punti di vista: antropologico culturale, pastorale e teologico.

C16-2 C16-1

Dopo i saluti di Mons. Lino Fumagalli, vescovo di Viterbo, e l’introduzione di p. Giuseppe Rainone, preside dell’Istituto, hanno preso la parola prima il giornalista Magdi Cristiano Allam, su “Misericordia: modello per il dialogo interreligioso. Cristianesimo e Islam a confronto”, e successivamente la giornalista dell’Osservatore Romano Lucetta Scaraffìa, parlando di “La misericordia: un nuovo modo di affrontare la fragilità della condizione femminile e della famiglia nella cultura cristiana”.

C16-3 C16-4

Nel pomeriggio di venerdì è stata la volta dell’orizzonte pastorale, con la relazione “Io vedo la Chiesa come un ospedale da campo. Le nostre comunità sulle vie della misericordia” di Mons. Giancarlo Maria Bregantini, arcivescovo di Campobasso-Bojano. Ad essa è seguita la testimonianza di p. Gaetano Greco T.C., cappellano del carcere minorile di Roma sulla comunità di accoglienza da lui fondata, “Accogliere i giovani ‘senza speranza’: nuove opere o nuove relazioni di misericordia”.

C16-5 C16 8

Il giorno seguente i due interventi di taglio teologico hanno concluso il convegno. La professoressa Rosalba Manes, della Pontificia Università Gregoriana, ha illustrato “L’impatto con l’amore tenero di Dio. Gesù e i perduti nel Vangelo di Luca”, mentre il redentorista p. Sabatino Majorano, docente emerito dell’Accademia Alfonsiana, ha trattato de “Il risveglio della coscienza dell’uomo moderno assopito. Dal perdono alla gratuità”.

C16-6 C16-7

Ai vari interventi sono seguiti, quando possibile, dei momenti di dibattito, e le conclusioni del convegno sono state affidate a p. Rainone.

[BE]

C16 0

Invia le notizie della tua Opera a news@murialdo.org

Esercizi “giubilari”

Sono 43 i confratelli giuseppini che dal 22 al 26 febbraio si sono trovati a Roma presso i Passionisti ai Santi Giovanni e Paolo per un corso di esercizi spirituali guidato da don Giuseppe Fossati e don Tullio Locatelli. È rappresentata la congregazione in diverse nazioni: India, Brasile, Argentina, Cile, Ecuador, Romania, Albania, Italia, Sierra Leone.
Tema: la misericordia nell’anno del giubileo e alla luce della esperienza spirituale di San Leonardo Murialdo.
Mercoledì nel pomeriggio i partecipanti hanno raggiunto la basilica di San Paolo fuori le mura per attraversare la porta santa, celebrare il sacramento della riconciliazione, e lucrare la grazia del giubileo.

[TL]

ES 16 1 ES 16 2ES 16 3 ES 16 4

 

Invia le notizie della tua Opera a news@murialdo.org

Un Monastero Invisibile

Monastero Invisibile – Marzo 2016

E’ disponibile, per chi desidera offrire la sua preghiera per le vocazioni, il nuovo numero (MARZO 2016) de “Un Monastero Invisibile”.

Per scaricare il foglietto in formato .pdf o .doc, cliccare su questo link.

Chi volesse conoscere qualcosa di più dell’iniziativa di preghiera “Un Monastero Invisibile”, vada a questa pagina.

Bambini e ragazzi missionari in Messico

Nella parrocchia S. Jorge Mártir (Città del Messico) domenica 14 febbraio, alla celebrazione eucaristica delle ore 10:00, il gruppo INFANZIA E ADOLESCENZA MISSIONARIA (IAM) ha realizzato la rinnovazione della Promessa e i ragazzi hanno ricevuto il foulard giallo (colore del grano maturo). Cinque bambine hanno ricevuto il foulard verde (simbolo del grano ancora verde) perché stanno cominciando il cammino di formazione.

Il movimento IAM è iniziato il 19 agosto 2014 e, grazie a Dio, è cresciuto molto. È costituito da bambini e bambine che hanno fatto la Prima Comunione. L’obiettivo è la crescita nella conoscenza di Cristo per poter essere piccoli missionari nella loro famiglia, a scuola e in comunità.

Il motto scelto è il seguente: “Con i bambini missionari Gesù raggiunge il mondo intero”.

 

[L.R.]

IAM-1 IAM-2 IAM-3

Invia notizie sulla tua Opera a news@murialdo.org

P. Mario Venturini

* Venezia, 10 maggio 1927

† Viterbo, 17 febbraio 2016

don-Mario-Venturini

 

Nella serata di oggi, 17 febbraio 2016, è mancato il p. MARIO VENTURINI, da qualche tempo ospite della struttura “Villa Immacolata” a San Martino al Cimino, Viterbo.

I funerali saranno celebrati venerdì 19 alle ore 11.00 nella chiesa parrocchiale di San Leonardo Murialdo in Viterbo.

Il p. Mario era nato a Venezia il 10 maggio 1927, nella parrocchia dei Santi Giovanni e Paolo.

Dopo le medie inferiori e il ginnasio a Montecchio Maggiore, Vicenza, Il 29 agosto 1942 iniziò il noviziato a Vigone, Torino, terminando con la prima professione il 29 agosto 1943.

Prima a Sommariva del Bosco, Cuneo, e poi a Ponte di Piave, Treviso, con un intermezzo a Pinerolo, Torino, fece i tre anni della scuola superiore.

Dal 1947 al 1949 fu a Thiene, Vicenza, per il magistero.

Il 29 luglio 1948 professò in perpetuo a Oderzo, Treviso.

A Viterbo frequentò i corsi di teologia, divenendo sacerdote il 21 marzo 1953.

Fu prete novello insegnante ad Arcugnano, Vicenza, dal 1953 al 1958.

Quindi sei anni direttore all’opera giuseppina di Vicenza.

Nel 1964 divenne superiore provinciale della allora Provincia Veneta; terminò il suo mandato nel 1970, anno in cui venne eletto economo generale della congregazione.

Terminato questo compito fu direttore e parroco a Venezia per un anno, 1976-1977, poi fu destinato a Montecchio Maggiore, prima come rettore della Chiesa di “Santa Maria Immacolata” (1977-1988) e poi primo parroco fino al 1995.

Dal 1995 al 2001 fu parroco a Pinerolo, Torino, nella parrocchia “San Leonardo Murialdo”.

Dal 2001 fino ad oggi è stato a Viterbo, quale collaboratore parrocchiale nella parrocchia “San Leonardo Murialdo”.

Da tempo padre Mario era ammalato, ma non è mai venuto meno il suo spirito di servizio, il suo sorriso accogliente verso tutti, la sua carità verso i più bisognosi.

 don Tullio Locatelli

Consigliere generale