GIOVANNINA FABRIS

* –

† 17- 10-2017

Giovannina Fabris

Queridos Hermanos:
Esta noche nos ha llegado la triste noticia del fallecimiento de la señora GIOVANNINA FABRIS, mamá del hermano Pierangelo Rizzato. Ha fallecido en el hospital de Thiene (Vicenza) a los 92 años de edad.
Nos unimos al dolor del Hno. Pierangelo y su familia, y pedimos al Señor por el descanso eterno de la Sra. Giovannina.
Un abrazo.
P. Roberto.

p. Carlo Pennazio

* Torino, 12 giugno 1929

† Torino, 10 ottobre 2017

p. Carlo Pennazio

Padre Carlo è mancato nella serata del 10 ottobre 2017. Da giorni le sue condizioni di salute erano precarie anche se si è sempre sperato in una ripresa. E’ morto nella sua stanza nella comunità presso la Chiesa della Salute in Torino.

Era nato a Riva Presso Chieri, Torino, il 12 giugno 1929.

Dopo il postulato a Santo Stefano Belbo, fece il noviziato a Vigone nell’anno 1945-1946. Il 26 ottobre 1946 professò per la prima volta.

Il 29 ottobre 1951 fece la professione perpetua a Bergamo; a Torino il 18 marzo 1956 fu ordinato sacerdote nella chiesa di Santa Barbara, della quale il papà era il sacrestano.

A Ponte di Piave fece la scuola superiore (1946-1949); il magistero lo vide a Bergamo (1949-1952); a Viterbo dal 1952 al 1956 fece gli studi di teologia.

Novello sacerdote per tre anni fu a Pocapaglia, quindi due anni a Pinerolo; dopo un anno a Sommariva del Bosco fu per tre anni insegnante a Valbrembo. Tornò a Sommariva del Bosco come padre spirituale dal 1965 al 1968, per essere poi direttore dal 1968 al 1973.  Quindi ritornò a Bergamo per un periodo di due anni.

Dal 1975 al 1979 fu in parrocchia a Milano, dal 1976 come direttore-parroco.

Dal 1979 al 1995 fu vicedirettore al Collegio Artigianelli di Torino, e, infine, collaboratore parrocchiale alla parrocchia della Salute, in Torino.

Dal 1971 al 1988 ebbe anche il compito di consigliere provinciale.

Da queste brevi note si può dire che p. Carlo ha trascorso parte del suo ministero tra i ragazzi delle scuole apostoliche e parte del suo essere sacerdote e religioso giuseppino nell’apostolato parrocchiale. Seminario e parrocchia, sono i luoghi che lo hanno visto spendere la sua vita di giuseppino, contento di indicare nel Murialdo un esempio di santità possibile per tutti.

Con affetto e nella preghiera lo affidiamo alla misericordia del Signore.

don Tullio 

don Tullio

6 ottobre

“Qual consolazione ad un esule pensare alla Madre che lo libererà con le suppliche? Qual gioia al nocchiero in tempesta vedere la stella?”

(S. Leonardo Murialdo, Scritti I, p. 61)

5 ottobre

1994: AZUQUECA DE HENARES, (SPAGNA), Comunità Educativa “San Josè”

“Ci sia sempre dinanzi agli occhi quell’espressione di San Giovanni Crisostomo, dove parla della carità da usarsi verso i fanciulli: ne perdantur; per carità, che non si perdano!”

(S. Leonardo Murialdo, Epistolario V, 2156)

4 ottobre

1979: TARANTO, (ITALIA), Parrocchia “Gesù Divin Lavoratore”

“Avendoci Dio chiamati a questa Congregazione, ci darà la grazia a compierne i fini, quando per parte nostra non ci mettiamo ostacoli.”

(Spiegazione, p. 47)

Antonino Currò

* –

† 1- 10-2017

Antonino Currò

E’ mancato il signor Antonino Currò, padre di p. Salvatore, della comunità di Roma-San Leonardo Murialdo. I Funerali saranno celebrati ad Acquedolci, Messina.

Siamo vicini a p. Salvatore e ai suoi famigliari, unendoci nella preghiera di suffragio per il papà.
don Tullio

P. Bruno Bison

* –

† Motta di Livenza, 25 settembre 2017

 

PADRE BRUNO BISON

Affidiamo alle braccia di Dio Padre il nostro caro confratello

P. BRUNO BISON,
che si è spento oggi lunedì 25 settembre
verso le ore 14 all’ospedale di Motta di Livenza,
dove era ricoverato da qualche giorno.

Avrebbe compiuto 96 anni il prossimo
ottobre ed era il confratello più longevo in Italia.

Don Bruno riposerà nella tomba di congregazione
presso il cimitero di Oderzo.
d.Massimo e comunità

Il Collegio Brandolini piange un caro confratello, un sacerdote di Dio, per tanti anni stimatissimo docente di matematica e fisica. Era nato a Vicenza il 24 ottobre 1921.

Confratello Giuseppino del Murialdo dal 26 ottobre 1937, con la prima professione religiosa, era stato ordinato sacerdote il 1 marzo 1947. Ricordava i tristi anni della seconda guerra mondiale, presso l’istituto, a distanza di anni, sempre con grande commozione. Aveva studiato all’università La Sapienza di Roma, dove aveva conseguito la laurea a pieni voti in matematica e fisica. Ha speso tutta la sua vita nella scuola superiore come insegnante ed è ricordato con affetto da tantissimi suoi ex-allievi.

All’età di 88 anni ancora aiuta gli studenti del liceo scientifico nello studio delle discipline che tanto amava e per le quali si teneva sempre in allenamento. Aiutava con entusiasmo a comprendere e ad amare la matematica, dove sapeva scorgere e trasmettere anche l’Infinito con la I maiuscola. E’ stato l’11° direttore del Collegio Brandolini negli anni 58/59, a soli 37 anni. Uomo di grande fede e di profonda devozione
alla Madonna e a San Giuseppe lascia un ricordo limpido e sereno di religioso e sacerdote, amico, fratello e padre di tanti giovani studenti. Negli ultimi anni della sua lunga vita passava il tempo nella lettura e nella preghiera, anche negli ultimi due anni presso il Centro Simonetti di Oderzo, dove era ricoverato per motivi di salute. Insieme ai Giuseppini lo ricordano con affetto i nipoti di Vicenza, che gli hanno fatto visita proprio due giorni fa e ne conservano un caro ricordo.