30 ottobre

“La Congregazione praticherà specialmente una profonda umiltà, dinanzi a Dio e dinanzi agli uomini, contentandosi solo di grandeggiare per molti frutti di propria e altrui santificazione e conservando quell’amore al nascondimento che si accende nella contemplazione della Sacra Famiglia in Nazareth.”

 

(Primo Regolamento 12)

28 ottobre

“Che cosa vedo nella mia vita? Da un lato, una catena ininterrotta di grazie le più singolari, di benefici i più eletti da parte di Dio; e dall’altro lato una catena non meno continua di peccati, di ingratitudini, di negligenza da parte mia.”

 

(S. Leonardo Murialdo, Testamento, p. 73)

27 ottobre

1828: Battesimo di san LEONARDO MURIALDO nella parrocchia di San Dalmazzo in Torino

“Ecco il sacro fonte dove il tuo amore mi donò l’innocenza e mi adottò come tuo figlio nel santo battesimo.”

 

(S. Leonardo Murialdo, Testamento, p. 145)

26 ottobre

1828: Nascita di SAN LEONARDO MURIALDO a Torino

“Mi hai prevenuto con le più dolci benedizioni: fin dalla nascita Dio mi colmò dei suoi benefici.”

(S. Leonardo Murialdo, Testamento, p. 71)

25 ottobre

1987: MADRID, (SPAGNA), Parrocchia “N. S. del Recuerdo”

“E’ un lavoro continuo di 63 anni che Dio continua per compiere la grande opera della mia salvezza e della mia santificazione.”

(S. Leonardo Murialdo, Testamento p. 129)

24 ottobre

“Cercheremo di mettere in noi quella carità che, secondo san Paolo, è paziente, benigna, non è invidiosa, non si adira, non si gonfia, non cerca il suo interesse, non pensa male, non gode dell’ingiustizia, ma si compiace della verità.”

(Spiegazione, p. 89)

23 ottobre

“Questo è il solo pericolo che dobbiamo temere per la nostra Congregazione, che cessi in lei quello spirito che la iniziò e che Dio le diede a distintivo e caratteristica dei Fratelli di San Giuseppe.”

(Spiegazione, p. 90)

22 ottobre

“Quanti aspettano una mano mossa da un cuore acceso d’amore di Dio: la loro salute eterna dipende dal vostro zelo, dalla vostra dolcezza, dalle vostre cure, dalle vostre preghiere.”

(S. Leonardo Murialdo, Epistolario V, 2156)

21 ottobre

“Eviteremo ogni principio di gara e di contenzione fra di noi e al di fuori di noi e conserveremo sempre le più cordiali e fraterne relazioni colle altre Congregazioni.”

(Spiegazione, p. 89)