17 ottobre

“L’umiltà dei nostri esordi influisca sullo spirito di umiltà, a cui tutta deve improntarsi la Congregazione e che deve formare il sigillo e la caratteristica dei fratelli di san Giuseppe.”

(Spiegazione, p. 87)

15 ottobre

1966: AMBATO, (ECUADOR), Parrocchia “San José Custodio del Redentor”

“O Padre, che per mezzo del tuo Spirito hai suscitato nella Chiesa santa Teresa di Gesù per indicare una via nuova nella ricerca della perfezione, concedi a noi, tuoi fedeli, di nutrirci spiritualmente della sua dottrina e di essere infiammati da un vivo desiderio di santità.”

(Dalla liturgia, Colletta)

14 ottobre

1973: PUERTO MURIALDO, (ECUADOR), “Misión Josefina”

“Umiltà che evita ogni comparsa e bella figura nel mondo e che non fa desiderare le imprese sublimi e gloriose della Congregazione.”

(Spiegazione, p. 85)

13 ottobre

“Quale riconoscenza non risveglierebbe verso Maria l’esser persuasi che tutte quante le innumerevoli grazie spirituali e temporali che abbiamo ricevuto da Dio, le dobbiamo a Maria?”

(S. Leonardo Murialdo, Scritti VI, p. 283)

12 ottobre

1936: VITERBO, (ITALIA), Istituto filosofico-teologico “San Pietro”

“Piuttosto omettere qualche bene che creare disaccordo.”

(S. Leonardo Murialdo, Scritti IV, p. 351)

11 ottobre

1944: VILLA BOSCH, (ARGENTINA), Istituto “Pio XII”
“Se Maria tanto ci ama, riamiamola anche noi; troppo degna Ella è di tutto il nostro amore, sia per le sovrumane perfezioni che l’adornano qual Madre di Dio, che per l’immenso amore con cui Ella ci ama qual madre nostra.”

(S. Leonardo Murialdo, Scritti VI, p. 210)

10 ottobre

1923: ALBANO LAZIALE – Roma, (ITALIA), Istituto “Leonardo Murialdo”

“Possiamo dire che se la nostra congregazione deve avere l’essere nell’umiltà, deve poi avere l’operare nella carità.”

(Spiegazione, p. 87)