24 marzo

1867: San Leonardo Murialdo dà inizio alla Confraternita di San Giuseppe nel Collegio Artigianelli di Torino (ITALIA).

“E’ soprattutto per l’accoglienza veramente paterna che io rassomiglio al fortunato figliolo. Quanti doni! Quante carezze! Che banchetto di festa!”

(S. Leonardo Murialdo, Testamento, p. 125)

23 marzo

“La vita fraterna in comune favorisce anche la riscoperta della dimensione ecclesiale della Parola: accoglierla, meditarla, viverla insieme, comunicare le esperienze che da essa fioriscono e così inoltrarsi in un’autentica spiritualità di comunione.”

(Ripartire da Cristo 24)

22 marzo

“Sono migliaia di anni, milioni di secoli che Dio ama l’uomo; anzi, Dio ha sempre amato l’uomo; da quando ha amato se stesso amò anche noi ; da quando Dio è Dio, da tutta l’eternità Dio ama l’uomo.”

(S. Leonardo Murialdo, Scritti X, p. 382)

21 marzo

“Chi trova Dio negli eventi più comuni e più ordinari, come nei più grandi e più notevoli, non ha solo una fede comune, ma una fede grande e straordinaria, una fede che trasporta le montagne.”

(Vita di fede, p. 22)

Un Monastero Invisibile

Monastero Invisibile – Aprile 2019

E’ disponibile, per chi desidera offrire la sua preghiera per le vocazioni, il nuovo numero (APRILE 2019) de “Un Monastero Invisibile”.

Per scaricare il foglietto in formato .pdf o .doc, cliccare su questo link.

Chi volesse conoscere qualcosa di più dell’iniziativa di preghiera “Un Monastero Invisibile”, vada a questa pagina.

18 marzo

1899: MODENA, (ITALIA), Istituto “Sacro Cuore”.

“Siccome colà a Nazareth alla persona stessa di Gesù Cristo, si ha a maestro la persona stessa di S. Giuseppe: così qui, da noi, ai rappresentanti di Gesù è conveniente preporre ad educatori, i rappresentanti di S. Giuseppe, che siamo noi, suoi servi, amici e figli.”

(Spiegazione, p. 57)

17 marzo

“San Giuseppe: nome che brilla di amabile splendore in capo alla nostra Congregazione e ci ricorda colui che la ispirò, la protesse e la protegge dal Cielo, e ci presenta in se stesso il modello, su cui dobbiamo formare la nostra vita.

(Spiegazione, p. 55)