30 maggio

“I confratelli, accogliendo l’invito del Fondatore, invochino la Vergine Immacolata mediatrice di grazia e madre della misericordia; la onorino con amore di figli, ne diffondano la devozione e trovino in Lei un modello della propria consacrazione religiosa.”

(Cost. 43)

29 maggio

“La mia buona Madre mi ha liberato da una croce ben pesante, e mi ha liberato non appena son ricorso a lei, ricordandole che nessuno è mai ricorso a lei senza essere stato esaudito.”

 

(S. Leonardo Murialdo, Testamento, p. 147)

28 maggio

“In Cristo Signore religiosi e religiose devono continuare a specchiarsi in ogni epoca, alimentando nella preghiera una profonda comunione di sentimenti con Lui, affinché tutta la loro vita sia pervasa dallo spirito apostolico e tutta l’azione apostolica sia compenetrata di contemplazione.”

 

(Vita Consacrata, 9)

27 maggio

“L’amore a Gesù Cristo è la molla che fa tutto. Fate prediche su ogni dovere; tutti si è convinti; ma si viene a praticare? Sì, in proporzione dell’amore a Gesù.”

(S. Leonardo Murialdo, Scritti I, p. 160)

25 maggio

“Grande importanza per la comunione riveste il dovere di promuovere le varie realtà aggregative, che sia nelle forme più tradizionali, sia in quelle più nuove dei movimenti ecclesiali, continuano a dare alla Chiesa una vivacità che è dono di Dio e costituisce un’autentica « primavera dello Spirito.”

(Novo Millenio Ineunte 46)

24 maggio

“Tutto nelle sante mani di Maria, nostra garanzia, avvocata nostra: la causa della nostra salute, anzi della nostra santità, nelle sue mani non andrà perduta.”

(S. Leonardo Murialdo, Scritti III, p. 203)

23 maggio

“È necessario che la Chiesa del terzo millennio stimoli tutti i battezzati e cresimati a prendere coscienza della propria attiva responsabilità nella vita ecclesiale.”

(Novo Millenio Ineunte 46)