8 agosto

1883: VENEZIA, (ITALIA), Patronato “Pio IX”

“Oggi si riscopre sempre più il fatto che i carismi dei fondatori e delle fondatrici, essendo stati suscitati dallo Spirito per il bene di tutti, devono essere di nuovo ricollocati al centro stesso della Chiesa, aperti alla comunione e alla partecipazione di tutti i membri del popolo di Dio.”

 

(Ripartire da Cristo 31) 

6 agosto

1960: ORLEANS, (BRASILE), Instituto “São José”

“Spesso non ci è dato di conoscere il motivo per cui Dio trattiene il suo braccio invece di intervenire. Del resto, Egli neppure ci impedisce di gridare, come Gesù in croce: « Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato? ». Noi dovremmo rimanere con questa domanda di fronte al suo volto, in dialogo orante.”

 

(Deus caritas est 38) 

3 agosto

“La comunione che i consacrati e le consacrate sono chiamati a vivere va ben oltre la propria famiglia religiosa o il proprio Istituto. Aprendosi alla comunione con gli altri Istituti e le altre forme di consacrazione, possono dilatare la comunione, riscoprire le comuni radici evangeliche e insieme cogliere con maggiore chiarezza la bellezza della propria identità nella varietà carismatica.”

 

(Ripartire da Cristo 30) 

2 agosto

“Nell’uso dei mezzi richiesti dall’attività apostolica, la comunità giuseppina eviterà ogni ricerca di prestigio, di lucro e di accumulazione i beni, ponendo la sua fiducia in Cristo e non nelle risorse umane. Con questo stile di vita, i confratelli partecipano allo sforzo di quanti promuovono nel mondo la giustizia, l’amore e la pace.”

 

(Cost. 8)