24 febbraio

1960: FAZENDA SOUZA, (BR), parrocchia “N.S. da Saúde”

“Le virtù di san Giuseppe devono essere nostre, ed i suoi ministeri devono essere i nostri.”

(Il fine, p. 34)

23 febbraio

1969: RIO DE JANEIRO, (BR), “Comunidade Murialdo”

“San Giuseppe deve informare del suo spirito la nostra Congregazione, che nel nome stesso di questo Santo ha già tracciato nettamente il programma del suo essere e del suo operare.”

(Il fine, p. 34)

22 febbraio

“Più innanzi c’è il pulpito. E’ là sotto che, per la prima volta, tu mi facesti sentire la tua chiamata. Di là, mio Dio e mio Padre, tu mi hai condotto, passo passo.”

(S. Leonardo Murialdo, Testamento, p. 145)

20 febbraio

“Ad imitazione dei primi discepoli che vivevano la comunione dei beni, ciascun confratello metta gioiosamente a servizio della comunità tutto ciò che ha e che riceve: i doni, i frutti del proprio lavoro, le capacità personali, le esperienze, il tempo e, se necessario, anche la salute, perché è proprio del povero del Vangelo donare tutto per amore.”

(Cost. 10)

Un Monastero Invisibile

Monastero Invisibile – Marzo 2020

E’ disponibile, per chi desidera offrire la sua preghiera per le vocazioni, il nuovo numero (MARZO 2020) de “Un Monastero Invisibile”.

Per scaricare il foglietto in formato .pdf o .doc, cliccare su questo link.

Chi volesse conoscere qualcosa di più dell’iniziativa di preghiera “Un Monastero Invisibile”, vada a questa pagina.

19 febbraio

“Entro nel tuo tempio, o mio Dio! Che impressione di pace e di amore! Infatti qui tutto mi parla di amore… di quell’amore che hai avuto, che hai ancora per me, e di quell’amore che ti devo.”

(S. Leonardo Murialdo, Testamento, p. 145)

18 febbraio

“I vantaggi della vita di fede sono inapprezzabili; essa conduce sicuramente e direttamente a Dio. Ivi l’anima non fabbrica sulla sabbia, ma sul terreno solido, sulla pietra inamovibile che è Cristo Gesù.”

(Vita di fede, p. 23)

15 febbraio

“Fare della Chiesa la casa e la scuola della comunione: ecco la grande sfida che ci sta davanti nel millennio che inizia, se vogliamo essere fedeli al disegno di Dio e rispondere anche alle attese profonde del mondo.”

(Novo Millennio Ineunte 43)