This group will be shown on the front page.

4 luglio

“Ricordatevi che se Maria tutto, tutto ottiene da Dio perché è Madre di Dio, nulla, affatto nulla nega a voi perché è Madre vostra.”

(S. Leonardo Murialdo, Scritti III, p. 198)

2 luglio

“La testimonianza personale e comunitaria di una vita giuseppina gioiosa e l’incessante preghiera sono indispensabili per collaborare con Cristo, che costantemente chiama alla sua sequela.”

 (Cost. 56)

1 luglio

“In questi anni le comunità e i vari tipi di fraternità dei consacrati vengono sempre più intesi come luogo di comunione, dove le relazioni appaiono meno formali e dove l’accoglienza e la mutua comprensione sono facilitati.”

 (Ripartire da Cristo 29)

30 giugno

“Ogni confratello giuseppino preghi ed operi perché il Padre mandi operai nella sua messe. Aiuti coloro che aspirano alla vita consacrata e incoraggi coloro che vi fossero chiamati.”

 (Cost. 56)

29 giugno

1927: TORINO, (ITALIA), Parrocchia-santuario “Nostra Signora della Salute”

“Ispirandosi ai sentimenti e alla pratica del Fondatore, i confratelli vogliono distinguersi per la fedeltà e l’obbedienza al Papa anche in forza del voto e vivere in comunione con i vescovi, collaborando con essi a norma dei diritto comune e proprio, secondo lo spirito della congregazione.”

(Cost. 26)

28 giugno

1996: Fier, (ALBANIA), Centro Sociale “Murialdo”

“L’invocazione « ut unum sint » è, insieme, imperativo che ci obbliga, forza che ci sostiene, salutare rimprovero per le nostre pigrizie e ristrettezze di cuore. È sulla preghiera di Gesù, non sulle nostre capacità, che poggia la fiducia di poter raggiungere anche nella storia, la comunione piena e visibile di tutti i cristiani.

(Novo Millenio Ineunte 48)

27 giugno

“Animati dalla carità di Cristo, i giuseppini pregano per i giovani, sono aperti alle loro esigenze con spirito di iniziativa e creatività, lasciandosi sempre guidare da cordialità semplice e rispettosa, dalla pazienza, dalla dolcezza e dalla bontà.”

 (Cost. 49.50)

25 giugno

“A fondamento dell’apostolato, ogni confratello porrà grande fiducia in Dio, il quale solo può far crescere e fruttificare, ma non lascerà di mettere in atto anche tutte le proprie capacità cercando di renderle sempre più efficienti attraverso un costante aggiornamento.”

 (Cost. 49)