19 novembre

“In umiltà faremo quello che ci è possibile fare e in umiltà affideremo il resto al Signore. È Dio che governa il mondo, non noi. Noi gli prestiamo il nostro servizio solo per quello che possiamo e finché Egli ce ne dà la forza.”

 

(Deus caritas est 35)

18 novembre

1977: PADOVA, (ITALIA), Centro Studi Sociali “Leonardo Murialdo”, in via Ca’ Magno

“Noi siamo questa porzione prediletta dei figli di Dio, che conserva le buone abitudini di famiglia e continua ad amarsi in spirito di vera fraternità.”

 

(Spiegazione, p. 139)

17 novembre

“Praticare l’amore verso le vedove e gli orfani, verso i carcerati, i malati e i bisognosi di ogni genere appartiene all’ essenza della Chiesa tanto quanto il servizio dei Sacramenti e l’annuncio del Vangelo.”

 

(Deus caritas est 22)

14 novembre

“Sarebbe da rimpiangere che la Congregazione a poco a poco perdesse o cambiasse il suo spirito, e che i confratelli animati anche dei migliori sentimenti, si singolarizzassero e si dissociassero da quella unità, in cui sta la garanzia dei buoni risultati e delle grazie che Dio concede ai suoi religiosi.”

 

(Spiegazione, p. 134)

30 ottobre

“La Congregazione praticherà specialmente una profonda umiltà, dinanzi a Dio e dinanzi agli uomini, contentandosi solo di grandeggiare per molti frutti di propria e altrui santificazione e conservando quell’amore al nascondimento che si accende nella contemplazione della Sacra Famiglia in Nazareth.”

 

(Primo Regolamento 12)

29 ottobre

“Quanto giova questo vedersi, trovarsi, parlarsi! Questo cementa l’unione, rannoda la famiglia, la stringe, abitua il confratello a considerarsi, non solo come membro della Casa dov’è, ma come figlio di tutta la Congregazione.”

 

(Spiegazione, p. 134)

28 ottobre

“Che cosa vedo nella mia vita? Da un lato, una catena ininterrotta di grazie le più singolari, di benefici i più eletti da parte di Dio; e dall’altro lato una catena non meno continua di peccati, di ingratitudini, di negligenza da parte mia.”

 

(S. Leonardo Murialdo, Testamento, p. 73)

27 ottobre

1828: Battesimo di san LEONARDO MURIALDO nella parrocchia di San Dalmazzo in Torino

“Ecco il sacro fonte dove il tuo amore mi donò l’innocenza e mi adottò come tuo figlio nel santo battesimo.”

 

(S. Leonardo Murialdo, Testamento, p. 145)