28 maggio

“In Cristo Signore religiosi e religiose devono continuare a specchiarsi in ogni epoca, alimentando nella preghiera una profonda comunione di sentimenti con Lui, affinché tutta la loro vita sia pervasa dallo spirito apostolico e tutta l’azione apostolica sia compenetrata di contemplazione.”

 

(Vita Consacrata, 9)

27 maggio

“L’amore a Gesù Cristo è la molla che fa tutto. Fate prediche su ogni dovere; tutti si è convinti; ma si viene a praticare? Sì, in proporzione dell’amore a Gesù.”

(S. Leonardo Murialdo, Scritti I, p. 160)

26 maggio

“O Padre, che glorifichi i tuoi santi e li doni alla Chiesa come modelli di vita evangelica, infondi in noi il tuo Spirito, che infiammò mirabilmente il cuore di san Filippo Neri.”

(Dalla liturgia, Colletta)

25 maggio

“Grande importanza per la comunione riveste il dovere di promuovere le varie realtà aggregative, che sia nelle forme più tradizionali, sia in quelle più nuove dei movimenti ecclesiali, continuano a dare alla Chiesa una vivacità che è dono di Dio e costituisce un’autentica « primavera dello Spirito.”

(Novo Millenio Ineunte 46)

24 maggio

“Tutto nelle sante mani di Maria, nostra garanzia, avvocata nostra: la causa della nostra salute, anzi della nostra santità, nelle sue mani non andrà perduta.”

(S. Leonardo Murialdo, Scritti III, p. 203)

23 maggio

“È necessario che la Chiesa del terzo millennio stimoli tutti i battezzati e cresimati a prendere coscienza della propria attiva responsabilità nella vita ecclesiale.”

(Novo Millenio Ineunte 46)

22 maggio

“Il modello da seguire è Gesù Cristo, che illumina ogni uomo che viene nel mondo, e che ci deve illuminare in questa fortunata e gloriosa nostra impresa.”

(S. Leonardo Murialdo, Scritti VI, p. 63)

21 maggio

“Ogni confratello, cosciente della propria responsabilità, ricerchi personalmente il disegno del Padre su se stesso e sulla comunità, lo confronti sinceramente con il superiore, e accetti la sua decisione come manifestazione della volontà di Dio.”

(Cost. 24)

20 maggio

1936: VITERBO, (ITALIA), parrocchia “S. Maria delle Farine”
1947: SALINAS, (ECUADOR), Collegio “Rubira”

“Non si può dubitare che Cristo continui in cielo per san Giuseppe quella famigliarità, riverenza e sublimissima dignità accordatagli in terra: anzi è da credere che in cielo compia e perfezioni tutte queste cose.”

(S. Bernardino da Siena)

19 maggio

“Sarà nostro dovere di raccomandare a S. Giuseppe così gli affari più importanti della Congregazione, come i più comuni e quotidiani, e di nulla intraprendere senza prima ricorrere al NOSTRO SANTO ed impetrarne la benedizione.”

(Regole 19)