d.Gerardo Capuozzo

* 19-08- 1929

† 03-03-2017

d.Gerardo Capuozzo

Padre Gerardo Capuozzo è mancato nelle prime ore del giorno 3 marzo 2017, nella sua comunità di San Giuseppe Vesuviano.
Era nato a Benevento il 19 agosto 1929, poi la famiglia si era trasferita a Napoli.
Dopo il postulato a Viterbo, entrò in noviziato a Vigone il 25 ottobre 1945 e fece la sua prima professione a Ponte di Piave il 26 ottobre 1946.
Fece la professione perpetua il 10mottobre 1952 a Vico Equense, Napoli.
Dopo il magistero a Foggia e gli studi teologici a Viterbo, Istituto San Pietro, venne ordinato sacerdote il 26 marzo 1955 a Viterbo.
Padre Gerardo è stato in diverse comunità italiane, soprattutto impegnato nella pastorale giovanile e avendo anche il servizio di direttore e parroco.
Fi assistente e animatore dei giovani a Foggia (1955-56), ad Albano (1956-57), a Cisterna di Latina (1957-1961), in parrocchia a San Giuseppe Vesuviano (1961-1967), al Pio X di Roma (1967-1968), a Lucera (1968-1973), parroco a Cefalù (1973-1978), direttore e parroco a Foggia (1978-1979), direttore e parroco a Napoli (1980-1986), incaricato della rivista “la Voce di San Giuseppe” a San Giuseppe Vesuviano (1986-2001), a Nicotera per una esperienza di “comunità aperta” con la Famiglia del Murialdo (2001-2003), ad Acquedolci (2003-2007).
Dal 2007 era di comunità a San Giuseppe Vesuviano, incaricato, fino a che ha potuto, della rivista del santuario.
Da tempo la malattia lo aveva costretto a ritirarsi presso il Centro Giovanile di San Giuseppe Vesuviano, con momenti belli come quelli di preghiera con un gruppo di giovani, con momenti dove era più evidente il peso della malattia.
I funerali saranno sabato 4 marzo in San Giuseppe Vesuviano
La sua dedizione per i giovani e la sua devozione a San Giuseppe, sono i ricordi più belli della sua vita di religioso giuseppino del Murialdo.

d. Ângelo Dall’ Alba

* 05-12- 1937

† 11-02-2017

Pe. Ângelo Dall’ Alba

Nasceu em Flores da Cunha (RS) em 05.12.1937. É filho de Jácomo Dall’Alba e de Thereza Ballardin Dall’Alba, numa família composta por 9 irmãos.
Ingressou no Seminário Josefino de Fazenda Souza ( Caxias do Sul – RS) em fevereiro de 1947. Foi transferido para Conceição da Linha Feijó (Caxias do Sul), na 4ª série ginasial, em fevereiro de 1951.
Realizou seu Postulado em 1953, em 1953 e Noviciado de 1954 a fevereiro de 1955, também em Conceição da Linha Feijó, tendo feito a Primeira Profissão em 03.03.1955.
De 1955 a 1957 cursou o Ensino Médio, em Ana Rech. Fez o Magistério em Fazenda Souza e Ana Rech. Partiu para Viterbo ( Itália) , juntamente com seis colegas, em 1960. Lá cursou Filosofia e Teologia, tendo finalizado em 1965.
Em Viterbo (Itália) fez a Profissão Perpétua em 05 de novembro de 1960 e foi Ordenado Sacerdote 03 de abril de 1965. Retornou ao Brasil no dia 12 de julho de 1965.
Araranguá (SC), Fazenda Souza ( Caxias do Sul – RS), Orleans ( SC), Ana Rech ( Caxias do Sul – RS) e Porto Alegre (RS) foram os locais onde realizou seu intenso apostolado. A formação de novos religiosos e a educação foram os campos onde mais o Pe. Ângelo trabalhou.
Para oferecer o que de melhor existia no tema de um espiritualidade renovada, Pe. Ângelo, fez um Curso de Espiritualidade na Bélgica.
Para ele, valeu muito ter consagrado a sua vida em favor dos jovens, ajudando a torná-los bons cristãos e honestos cidadãos, como queria São Leonardo Murialdo.
Padre Ângelo faleceu tendo ainda em seus ombros a condução da comunidade religiosa da Associação Protetora da Infância em Porto Alegre.

P. Fernando Maddalena

* Troia (Foggia), 12 gennaio 1954

† Foggia, 18 dicembre 2016

PADRE FERNANDO MADDALENA

Padre Fernando è mancato nella mattina del 18 dicembre 2016, all’ospedale di Foggia, dove era stato ricoverato all’inizio della settimana. Nemmeno un intervento chirurgico ha potuto rimediare al male che si è presentato grave e profondo.

Padre Fernando era nato a Troia, Foggia, il 12 gennaio 1954.

Dopo gli studi di base aveva conseguito una maturità tecnica a Foggia nel 1974.

Nel 1986 aveva fatto il suo postulato presso l’opera Pio X di Roma, e il seguente 11 settembre era entrato in noviziato.

Professò per la prima volta a Viterbo, all’Istituto San Giuseppe, il 29 agosto 1987.
Qui fece anche il biennio filosofico.

Nell’anno 1989-1990 fece il suo tirocinio a San Giuseppe Vesuviano, nella scuola apostolica.

Dal 1990 al 1994 frequentò la teologia in Viterbo, Istituto “San Pietro”.

Il 26 settembre 1992 professò in perpetuo a Foggia e a Foggia divenne sacerdote il 23 aprile 1994.

Il suo primo campo di apostolato fu a San Giuseppe Vesuviano nel Centro Giovanile, qui fu direttore dal 2000 al 2007.

Dal 2007 al 2013 fu direttore ed economo nell’opera giuseppina a Lucera.

Dal 2013 era direttore ed economo all’opera giuseppina “San Michele” di Foggia.

Fernando raccontava spesso di avere lasciato all’età di 20 anni un mondo giovanile in fermento; a questi giovani, secondo un modo molto personale, aveva voluto dedicare il suo essere giuseppino perché i giovani potessero avere ideali ricchi di valori umani e cristiani.

P. Tullio Locatelli

P. Lino Feltracco

* Pagnano d’Asolo (Treviso), 5 aprile 1949

† Brendola (Vicenza), 12 novembre 2016

Padre Lino è nato a Pagnano d’Asolo (Treviso) il 5 aprile 1949.

Dopo il postulato a Civezzano, Trento, entrò in noviziato a Vigone il 28 settembre 1967; qui fece la sua prima professione il 29 settembre 1968.

Seguirono i tre anni a Ponte di Piave, Treviso, per gli studi magistrali, conseguendo l’abilitazione magistrale.
All’opera Turazza di Treviso fece il tirocinio, per tre anni dal 1971 al 1974.
Ha studiato teologia a Viterbo, presso l’Istituto “San Pietro”, dal 1974 al 1979.

A Viterbo ha professato in perpetuo l’11 ottobre 1975 e a Viterbo è stato ordinato sacerdote il 17 marzo 1979.
Giovane sacerdote fu destinato a Montecchio Maggiore, Vicenza, dove fu insegnante, assistente e promotore vocazionale.

Negli anni 1983 e 1984 si manifestò la malattia che un poco per volta lo obbligò ad interrompere ogni attività e infine nell’ anno 2001 fu ricoverato presso la struttura delle suore di Santa Bertilla, in Brendola, a pochi chilometri da Montecchio.

Un tempo lungo di malattia vissuta con tanta serenità, donata a quanto in questi anni lo hanno voluto incontrare.
Molte le persone che hanno prestato la loro opera perché don Lino potesse avere le cure possibili. Grazie ai famigliari, alle suore di Brendola, ai confratelli della comunità di Montecchio, al personale della casa “Santa Bertilla”, a tanti volontari che si sono fatti presenti in tanti modi.

E’ anche molto quanto abbiamo ricevuto da don Lino: la sua serenità, il suo sorriso, la sua pazienza, ci sono stati di esempio e di consolazione.

Il suo essere religioso e sacerdote ha portato frutto in tanti che venuti a trovarlo sono ripartiti con nel cuore e negli occhi l’immagine di un uomo di fede, che sapeva di vivere così la sua consacrazione al Signore.
Grazie don Lino e dal cielo aiuta anche noi ad affrontare le difficoltà della nostra vita.

P. Carlos Paludo

* Veranopolis ( Rio Grande do Sul – Brasile) , 19 dicembre 1934

† Fazenda Souza, 23 settembre 2016

PADRE CARLOS PALUDO

P. Carlos era nato a Veranópolis nello stato di Rio Grande do Sul, Brasile, il 19 dicembre 1934.

Entrò in noviziato il 24 febbraio 1951 a Conceição; qui fece la sua prima professione il 25 febbraio 1952.

Studiò la filosofia a San Leopoldo e a Viamão; fece il magistero parte in Anarech e parte ad Araranguá.

Il 25 dicembre 1957 fece la professione perpetua ad Ana Rech.

Nel 1958 venne in Italia per lo studio di teologia a Viterbo; qui fu ordinato sacerdote il 18 marzo 1962.

Fino all’anno 1968 fu negli Stati Uniti, in parte ad Albuquerque e in parte a Avon.

Ritornato in Brasile fu dapprima insegnante ad Araranguá, poi direttore a Porto Alegre (1976-1979); quindi fece un anno di formazione permanente.

Direttore al seminario di Orleans (1980-1986), quindi a Fazenda Souza per un anno, poi due anni a Porto Alegre.

Dal 1989 al 1995 ebbe l’incarico di promotore vocazionale in Planaltina.

Dal 1995 al 2000 fu parroco e anche direttore a Ibotirama.

Fece poi un anno in India; nel 2001 tornò in Brasile.

Quindi fu parroco e direttore a Rio de Janeiro; parroco a Brasila dal 2006, a Fortaleza dal 2008 prima come economo e poi come parroco fino al 2010.

Dal 2011 fu parroco e direttore a S. Luis de Marañão.

Poi si fece presente la malattia che in breve tempo lo ha consumato.

P. Luigi Pierini

* Roma, 26 gennaio 1932

† Roma, 20 settembre 2016

 

PADRE LUIGI PIERINI

Padre Luigi nacque il 26 gennaio 1932, a Roma, nella parrocchia giuseppina dell’Immacolata al Tiburtino.

Fu battezzato dal p. Luigi Casaril, che aveva celebrato il matrimonio dei genitori, Ugo e Salucci Assunta.

Fece il postulato a Viterbo, allora sede della scuola apostolica della Provincia Romana.

Entrò in noviziato giovanissimo nel 1946, tanto da segnare la data ufficiale al 27 gennaio 1947, e così fare la prima professione il 28 gennaio 1948.

Fu poi a Ponte di Piave per tre anni e quindi fece il suo magistero a Viterbo, presso l’Orfanotrofio Maschile.

Nel 1953 iniziò la teologia a Viterbo, dove professò in perpetuo il primo febbraio 1953. Dovette interrompere gli studi per un anno (1955-1956), perché mandato a Cascine Vica.

Fu ordinato diacono a San Giuseppe Vesuviano il 29 giugno 1957, nella stessa liturgia in cui furono ordinati alcuni suoi compagni.

P. Luigi divenne sacerdote a Roma, nella chiesa dell’Immacolata, il 21 settembre 1957. Il giorno dopo alla sua prima messa padre Casaril tenne l’omelia.

Prete novello fu per un anno a Viterbo, nell’Istituto San Giuseppe Artigiano; quindi quattro anni a Foggia all’opera San Michele, dove fu soprattutto assistente di Azione Cattolica.

Vicedirettore, insegnante e prefetto di disciplina a San Giuseppe Vesuviano dal 1961-1968.

Direttore per un anno ad Acquedolci nella scuola apostolica, nel 1969 torna a San Giuseppe Vesuviano fino al 1971.

Dal 1971 è ad Albano, Istituto Murialdo, direttore e preside, fino al 1980.

Nel frattempo dal 1969 al 1976 svolge anche il servizio di segretario provinciale; quindi dal 1976 al 1982 sarà vicario provinciale della Provincia Romana.

Dopo un anno come preside ad Albano (1980-81) ed un anno come direttore all’Oratorio San Paolo di Roma, nel 1982 fu eletto consigliere generale nel capitolo XVII, incaricato “dell’apostolato giuseppino nelle sue differenti forme”.

Nel settembre del 1985 fu nominato vicario generale dopo la morte del p. Giuseppe Rosso.

Venne rinnovato vicario generale nel 1988.

Nel capitolo dell’anno 1994 fu eletto superiore generale; nel capitolo dell’anno 2000 fu confermato superiore generale per un secondo mandato.

Per tre anni fu nella viceprovincia USA-Messico, padre maestro a Tlalpan nella casa per la teologia internazionale.

Nel 2009 rientrato in Italia, si rese disponibile per l’opera di san Michele in Foggia.

Un poco per volta la malattia lo ha reso sempre meno autonomo, tanto da far prendere la decisione (agosto 2011) di ricoverarlo nella struttura “San Gaetano” della diocesi di Roma per sacerdoti, situata proprio di fronte alla casa generalizia delle suore Murialdine.

Sono stati anni segnati dalla preghiera e dall’offerta, sostenuto dalla presenza costante ed affettuosa dei fratelli e dei suoi famigliari, accompagnato e sostenuto dall’assistenza dei confratelli della comunità della sede della Provincia Italiana, curato dal personale religioso e laico della struttura di accoglienza.

Poco più di un mese fa alcuni confratelli presenti in Roma si erano raccolti attorno a lui e avevano celebrato il sacramento dell’Unzione degli Infermi. Sembrava poi che si fosse ripreso almeno un poco.

La mattina del 20 settembre 2016 è stata come tante altre: le cure necessarie per la malattia, la colazione, passare un poco di tempo in salone davanti al televisore con altri ospiti.

Dopo il pranzo, fu portato in camera a riposare come sempre. Chi l’assisteva si accorse ben presto che qualcosa era successo e verso le 13.30 p. Luigi si è addormentato nel Signore.

P. Luigi grazie di tutto.

Tante volte hai detto con il Murialdo “siamo nelle mani di Dio, siamo in buone mani”; a queste mani di bontà e di misericordia ti affidiamo perché ti accolgano a celebrare un “giubileo senza fine”.

P. Tullio Locatelli

P. Giovanni Battista Turcato

* Carré (Vicenza), 25 novembre 1917

† Thiene (Vicenza), 8 maggio 2016

PADRE GIOVANNI BATTISTA TURCATO

P. Giovanni nacque a Carrè, Vicenza, il 25 novembre 1917.

Dopo il postulato a Montecchio Maggiore, VI,  fece il noviziato a Vigone, TO, terminato con la prima professione il giorno 29 agosto 1936.

Quindi per tre anni fu a Ponte di Piave, TV, e a Modena fece il suo tirocinio dal 1939 al 1942 svolgendo compiti di insegnante e di assistente.

Dopo un anno di teologia a La Quercia, Viterbo, studiò teologia, in privato, a Modena concludendo gli studi con l’ordinazione sacerdotale il 24 giugno 1946 a Sassuolo.

Sempre a Modena aveva professato in perpetuo il 22 novembre 1941.

Sacerdote novello rimase a Modena fino al 1946, quando fu destinato a Montecchio Maggiore fino al 1951, sempre con i compiti di insegnante e di assistente.

Fu a Cesena dal 1951 al 1974 e quindi a Thiene, VI, continuando il suo lavoro di giuseppino tra i ragazzi più piccoli, quale maestro elementare ed assistente.

P. Giovanni ha trascorso la sua vita donandola in un servizio ordinario e quotidiano, ma di alta qualità, sia umana che religiosa, offrendo il meglio di se stesso ricco di cultura, di umanità, di vangelo, di carisma giuseppino.

p. Tullio – Consigliere generale

Madre Elisa Rigon

( †  Fazenda Sousa, 21/4/2016)

Elisa Anna Rigon è nata il 6 gennaio 1919 a Garibaldi (Rio Grande do Sul, Brasile). Nel 1937 fa la prima professione nella congregazione delle Suore di San Giuseppe. Laureata in lingue e in matematica e fisica insegna in diverse scuole superiori.  Nel 1957 su richiesta di padre Schiavo e del vescovo Benedito Zorzi con il consenso delle sue superiore viene a Fazenda Souza con la missione di maestra delle formande murialdine,  gruppo iniziato tre anni prima da padre Schiavo con il consenso di padre Casaril e madre Ellena. Nel 1964 lascia la congregazione di San Giuseppe e fa la professione perpetua come Suora Murialdina.

Dopo la morte di padre Schiavo nel 1967 assume la responsabilità della delegazione brasiliana e apre diverse opere apostoliche di forte impatto sociale. Nel 1975 viene eletta superiora generale poi rieletta nel 1981. Al termine del mandato si dedica a raccogliere gli scritti di padre Schiavo diffondendo la sua devozione fino a sollecitare l’introduzione della causa di beatificazione. Nel dicembre 2015 la sua salute comincia a declinare. Il mattino del 21 aprile muore a 97 anni di età.

Di carattere gioviale, intelligenza vivace e saggezza lungimirante suor Elisa Rigon lascia in tutte le Murialdine un ricordo indelebile.

(Madre Orsola)


I Elisa

 

P. Pasquale (Lino) Perotti

* Udine, 2 luglio 1943

† Pinerolo, 5 marzo 2016

PADRE PEROTTI  PASQUALE detto LINO

UNA MORTE IMPROVVISA

Ricevo ora da P. Franco Pairona la triste notizia della morte improvvisa di P. LINO PEROTTI, della comunità di Pinerolo, di anni 72. È mancato improvvisamente questa mattina, attorno alle ore 10, mentre era in camera sua dove era rientrato dopo la celebrazione della Santa Messa e la colazione. Da alcuni giorni era costretto a letto o sulla sedia a rotelle per le conseguenze di una caduta che gli aveva procurato fratture al bacino, ma tutto sembrava proseguire per il meglio, come aveva confermato anche la visita di controllo fatta pochi giorni fa.
Preghiamo per questo caro confratello che si è speso tutto per il bene dei ragazzi.

P. Lorenzo Sibona – Padre Provinciale

P. Lino era nato a Udine il 2 luglio 1943.

La famiglia si era poi spostata a Dronero in provincia di Cuneo.

Seminarista a Valbrembo per le medie ed il ginnasio, nell’anno 1959-1960 fece il noviziato a Vigone, e il 29 settembre 1960 fece la sua prima professione.

Tre anni a Ponte di Piave, quindi dal 1963 al 1966 fece il tirocinio a Valbrembo.

Il 5 novembre 1966 fece la professione perpetua a Viterbo, dove compì gli studi di teologia e venne ordinato sacerdote il 3 aprile 1971.

Laureato in scienze naturali, fu insegnante di scienze e di matematica, sia nelle scuole medie e sia nei corsi della Formazione Professionale:  a Torino-Artigianelli (1971-1983; 1989-1995), a Cascine Vica (1983-1984), a Rivoli (1984-1989); dopo un anno di Forper  a Roma andò a  Bergamo (1996-2001), Valbrembo (2001-2004), dal 2007 a Pinerolo.

Religioso e sacerdote di poche parole, ma di molto lavoro, spese la sua vita tra le aule di scuola e il cortile, da insegnante e da assistente, sempre in mezzo ai ragazzi.

Lo accompagniamo con la preghiera presso il Signore della Misericordia, chiedendo al Signore vocazioni giuseppine, a servizio dei giovani.

p. Tullio – Consigliere generale

P. Mario Venturini

* Venezia, 10 maggio 1927

† Viterbo, 17 febbraio 2016

don-Mario-Venturini

 

Nella serata di oggi, 17 febbraio 2016, è mancato il p. MARIO VENTURINI, da qualche tempo ospite della struttura “Villa Immacolata” a San Martino al Cimino, Viterbo.

I funerali saranno celebrati venerdì 19 alle ore 11.00 nella chiesa parrocchiale di San Leonardo Murialdo in Viterbo.

Il p. Mario era nato a Venezia il 10 maggio 1927, nella parrocchia dei Santi Giovanni e Paolo.

Dopo le medie inferiori e il ginnasio a Montecchio Maggiore, Vicenza, Il 29 agosto 1942 iniziò il noviziato a Vigone, Torino, terminando con la prima professione il 29 agosto 1943.

Prima a Sommariva del Bosco, Cuneo, e poi a Ponte di Piave, Treviso, con un intermezzo a Pinerolo, Torino, fece i tre anni della scuola superiore.

Dal 1947 al 1949 fu a Thiene, Vicenza, per il magistero.

Il 29 luglio 1948 professò in perpetuo a Oderzo, Treviso.

A Viterbo frequentò i corsi di teologia, divenendo sacerdote il 21 marzo 1953.

Fu prete novello insegnante ad Arcugnano, Vicenza, dal 1953 al 1958.

Quindi sei anni direttore all’opera giuseppina di Vicenza.

Nel 1964 divenne superiore provinciale della allora Provincia Veneta; terminò il suo mandato nel 1970, anno in cui venne eletto economo generale della congregazione.

Terminato questo compito fu direttore e parroco a Venezia per un anno, 1976-1977, poi fu destinato a Montecchio Maggiore, prima come rettore della Chiesa di “Santa Maria Immacolata” (1977-1988) e poi primo parroco fino al 1995.

Dal 1995 al 2001 fu parroco a Pinerolo, Torino, nella parrocchia “San Leonardo Murialdo”.

Dal 2001 fino ad oggi è stato a Viterbo, quale collaboratore parrocchiale nella parrocchia “San Leonardo Murialdo”.

Da tempo padre Mario era ammalato, ma non è mai venuto meno il suo spirito di servizio, il suo sorriso accogliente verso tutti, la sua carità verso i più bisognosi.

 don Tullio Locatelli

Consigliere generale