Notizie dalla FDM

Festa per un nuovo sacerdote giuseppino in Ecuador

I Giuseppini della provincia ecuadoriano-colombiana, una settimana dopo l’ordinazione episcopale di Mons. Adelio Pasqualotto, nuovo Vicario Apostolico del Napo, hanno vissuto un altro momento di festa con l’ordinazione sacerdotale di Patricio Fernando Castro Viteri, sabato 14 marzo, nella parrocchia affidata alla Congregazione ad Ambato. Il confratello, che ha completato gli studi teologici all’Istituto San Pietro di Viterbo, è stato ordinato da Mons. Paolo Mietto, vescovo emerito del Napo. I suoi familiari, molti confratelli e i fedeli riempivano la chiesa, come il giorno seguente ad Archidona, dove padre Patricio ha celebrato la sua Prima Messa.

Ti ho costituito profeta per le genti”: queste parole che il Signore dice a Geremia erano riportate sul biglietto di invito. Al novello sacerdote l’augurio di compiere con gioia e fedeltà la sua missione tra i ragazzi e i giovani poveri dell’Ecuador Colombia.

 

 

 

 

[EB]

FAD Murialdo

F@D Murialdo

Sono aperte le iscrizioni ai 13 nuovi corsi della F@D MURALDO.

Per info: http://elearning.murialdo.org/ Oppure scrivi a:segreteria.elearning@murialdo. org

 

 

Corsi in italiano:
1) Pedagogia e didattica dell’integrazione – Mauro Busin – B3F2-it

2) La pedagogia murialdina nei Centri di Formazione Professionale – Paolo Bornengo – B3F3-it

3) L’impresa sociale e la solidarietà  Alessandro Pellizzari – B3M2-it

4) Metodologie di animazione nei gruppi socio-educativi – Genoveffo Pirozzi – B3P3-it

5) Antropologia ed educazione: la vita come dono  Salvatore Currò – B3S1-it

 

Cursos de portugués:
6) Carisma murialdino: das fontes ao futuro – Terezinha Militz – A3-pt

7) Pastoral Paroquial– Juárez Dalan – B3P4- pt

 

Cursos en español:
8) Carisma murialdino: desde las fuentes hacia el mañana – Terezinha Militz – A3-es

9) El carisma actualizado en el XXII Capítulo General – Fidel Antón – A6 (2) -es

10) Adolescencia y emergencia educativa – Alejandro Bazán e Silvana Peña – B2-es

 

In allegato il modulo d’ iscrizione.

Professione perpetua della Suora Murialdina Carina Silvana Cruz

Professione perpetua della Suora Murialdina Carina Silvana Cruz

L’8 marzo 2015, padre José Luis Di Paolo,

provinciale dei Giuseppini del Murialdo dell’Argentina e Cile, ha presieduto la Messa per la Professione Perpetuadella Suora Murialdina Carina Silvana Cruz nella parrocchia della Sacra Famiglia di Mendoza, Argentina. Hanno concelebrato i padri Jorge Carreras (Lalo), parroco; Angel Martinez, formatore dei Giuseppini, da Buenos Aires; Patricio Pulgar, dal Cile.
Durante la celebrazione Suor Carina ha riconfermato per sempre i voti di povertà, castità e obbedienza rispondendo il suo definitivo “sì” a Dio, dopo che durante il tempo di formazione aveva rinnovato questi voti annualmente, ora ha offerto la sua consacrazione in perpetuo.
Al termine della cerimonia, cui hanno partecipato molti giovani, amici, familiari e parrocchiani, Suor Carina ha detto poche parole di ringraziamento a Dio, alla sua famiglia, alla comunità religiosa e parrocchiale.
In un clima di gioia e di gratitudine è stato in seguito offerto un pranzo fraterno, organizzato dal gruppo Laici amici del Murialdo-ALMA, nella Sala del Centro Educativo San Leonardo Murialdo.
Preghiamo per la fedeltà di Suor Carina, affinché, con la forza dello Spirito, possa continuare a portare frutti abbondanti di santità e di apostolato nel suo lavoro con i giovani, i nostri fratelli bisognosi e le famiglie.

 

Ordinazione Episcopale Adelio Pasqualotto

Ordinazione episcopale di Mons. Adelio Pasqualotto

Le celebrazioni nella città dell’Ecuador si aprono la sera del 6 marzo con un’accademia in onore del nuovo vescovo, alla presenza di molti fedeli del Vicariato, varie autorità, i parenti di Mons. Adelio e un gruppo dal Messico, dove per anni ha svolto il suo ministero di sacerdote giuseppino.

 

Il giorno successivo la sveglia suona presto perché la luce qui irrompe verso le 6 e poi bisogna prepararsi alla grande giornata. Alle ore 7.30 Mons. Adelio fa la sua professione di fede nella cappella interna della casa della missione. Il padre generale gli offre una croce pettorale su cui è stata stampata la sigla JMJ, come segno di partecipazione da parte di tutta la congregazione.

 

Alle ore 9.30 inizia la solenne liturgia. Sono presenti 21 vescovi dell’Ecuador, 60 tra sacerdoti e confratelli; la gente riempie la cattedrale di Tena, dedicata a San Giuseppe; molti seguono su schermo fuori della cattedrale. Viene ordinato mons. Adelio Pasqualotto, settimo vicario apostolico del Napo. Vescovo ordinante è il nunzio apostolico Mons. Giacomo Guido Ottonello, affiancato da Mons. Paolo Mietto e Mons. Celmo Lazzari, già Vicari Apostolici del Napo. Tra i vescovi è presente anche il cardinale Vela Chiriboga, emerito di Quito.

Nell’omelia il nunzio ha un ricordo particolare per Mons. Celmo che ha accettato di lasciare il Napo dopo pochi anni e andare a San Miguel de Sucumbios, e per Mons. Paolo, detto esempio di umiltà e di ubbidienza.

 

Dopo l’ordinazione episcopale Mons. Adelio inizia in modo ufficiale il suo servizio di vescovo del Vicariato con la “presa di possesso”; quindi i rappresentanti delle realtà della chiesa del vicariato si presentano al loro vescovo.

Al termine Mons. Adelio esprime il suo grazie al Signore, alla sua famiglia, alla Congregazione, a tante persone; accanto a lui i suoi parenti esprimono la partecipazione e la preghiera della parrocchia di provenienza del novello vescovo e un saluto a nome della famiglia.

Segue presso la palestra delle scuole della missione il pranzo offerto a tutti; più di mille persone vi partecipano.

 

Domenica 8 marzo alle ore 6.30 del mattino il nuovo vescovo celebra la messa pontificale.

 

 

[EB]

Vita Consacrata oggi: cosa diciamo noi?

In occasione dell’anno dedicato alla Vita Consacrata il consiglio generale ha proposto ai confratelli giuseppini un tempo di comunione, preghiera e riflessione. Dal 2 al 6 marzo 35 confratelli e un sacerdote diocesano di Rossano Calabro si sono trovati presso la Casa di Esercizi Spirituali dei Padri Passionisti al Celio, Roma. Il tema guida era appunto cosa diciamo sulla Vita Consacrata, alla luce dei testi ad essa dedicati da papa Francesco. P. Tullio Locatelli ha organizzato e guidato il corso, tenendo anche alcune meditazioni. Il padre generale, Mario Aldegani, ha presentato la prossima Lettera Circolare per la solennità di San Giuseppe. Le altre meditazioni sono state svolte da don Marco Luparia, diacono permanente di Roma e impegnato nella cura dei preti in crisi, sulla maturità umana e religiosa; Franco e Giuseppina Miano (il primo ex presidente nazionale dell’Azione Cattolica e la moglie docente di Filosofia Morale alla Facoltà Teologica di Napoli) sull’interazione fra laici e religiosi nella nuova evangelizzazione; p. Santiago Gonzales Silva, Preside dell’Istituto di teologia della Vita Consacrata “Claretianum”, Roma, sulla riflessione teologica recente. P. Rino Cozza ha tirato le conclusioni e proposto uno sguardo di speranza verso il futuro.

 

Mercoledì 4 i partecipanti hanno preso parte all’udienza generale di papa Francesco in Piazza San Pietro. Erano presenti quattro confratelli che ricordano i 40 anni di sacerdozio: i padri Luciano Chisté, Giovanni Lionetti, Mario Pesci e Giovanni Vanzo, e i cinque giovani che il 19 prossimo, a Viterbo, saranno ordinati diaconi.

 

L’esperienza è stata profonda e coinvolgente, anche per le presenze di confratelli di varie età e provenienze, e ci si augura possa essere proposta anche nei prossimi anni.

 

 

[EB]

Vita Giuseppina N. 2-2015

È in spedizione il secondo numero del 2015 di Vita Giuseppina ricco di tante notizie provenienti dalle Opere della FdM dell’Italia e del Mondo.

 

Per leggere Vita Giuseppina on line, clicca qui           BUONA LETTURA! La Redazione di Vita Giuseppina  vita.g@murialdo.org

Convegno annuale a Viterbo

Dal 12 al 14 febbraio, nella sala Marinelli dell’Istituto San Pietro, si è tenuto l’annuale convegno filosofico-teologico, con una buona partecipazione di pubblico. In vista del prossimo Convegno Ecclesiale Nazionale di novembre a Firenze, che avrà come tema “In Cristo Gesù il nuovo umanesimo”, si è affrontato il seguente tema: “Attraverso le ‘periferie esistenziali’ verso una Nuova Umanità”. Dopo i saluti del preside dell’ITSP, p. Giuseppe Rainone, Mons. Chiarinelli, Vescovo Emerito di Viterbo, ha parlato di “Cristo, nel quale è apparso l’uomo nuovo” (Ad Gentes 12).

Successivamente il tema è stato sviluppato coniugando cinque verbi: annunciare, educare, abitare, uscire e trasfigurare. Don Pio Zuppa, docente di catechesi, della diocesi di Lucera-Troia, il prof. Nicolò Pisanu, preside dell’Ist. “Progetto Uomo” e i docenti dell’ITSP Maria Flora Mangano, Ilenia Buzzi e p. Salvatore Currò li hanno rispettivamente presentati agli intervenuti. Momenti di lavori di gruppo, organizzati da p. Angelo Bissoni, e dibattito in sala hanno reso più coinvolgenti e interessanti i lavori.

“Ascoltare l’umano significa vedere la bellezza di ciò che c’è, nella speranza di ciò che ancora può venire, consapevoli che si può solo ricevere” (dalla Traccia per il cammino verso il quinto convegno).

[EB]