Notizie dalla FDM

Vita Giuseppina N. 1 – 2015

È in spedizione il primo numero del 2015 di Vita Giuseppina ricco di tante notizie provenienti dalle Opere della FdM dell’Italia e del Mondo.

 

NON CI RESTA CHE AUGURARVI BUONA LETTURA!

 

 

La Redazione di Vita Giuseppina 

vita.g@murialdo.org

 

 

Scriveteci i vostri commenti, inviateci le vostre foto e notizie da pubblicare, mandateci indirizzi di giovani, collaboratori, amici e parenti che ancora non ricevono Vita Giuseppina.

 

Dal 1895 con il nome di “Lettere Giuseppine” e poi dal 1931 con il nome di “Vita Giuseppina” questa rivista informa ed unisce tutti coloro che si riconoscono nel carisma donato da San Leonardo Murialdo alla Chiesa.

 

 

Clicca qui per Vita Giuseppina On line

 

Sei Suore Murialdine celebrano il Giubileo di Vita Religiosa in Brasil

Una vita dedicata a “vivere e irradiare l’amore di Dio” ha motivato la celebrazione, realizzata Domenica 18 gennaio2015 dalle Suore Murialdine di San Giuseppe in Fazenda Souza, Caxias do Sul – RS Brasile.

Suor Angelina Rogowski, Suor Rosalina Mattiuz, Suor Helena Zattera e Suor Neli Zottis hanno celebrato cinquant’anni di professione, e Suor Elizete Maria Andreola e Suor Eliane Vieira Pereira ne hanno ricordati venticinque.

La celebrazione dei giubilei d’oro e d’argento di vita religiosa delle sei consorelle è stata presieduta dal Superiore Generale dei Giuseppini del Murialdo, p. Mario Aldegani, dai sacerdoti del Consiglio Generale, da padre Mariolino Parati, superiore dei Giuseppini in Africa, e dal provinciale della Provincia Brasiliana, p. Antonio Lauri de Souza.

Nella celebrazione del Giubileo di vita consacrata le religiose hanno rinnovato i voti di povertà, obbedienza e castità che guidano la loro esperienza di fede come Murialdine di San Giuseppe, voti emessi decenni fa per la prima volta.

Dopo la celebrazione, nel calore della fraternità, abbiamo condiviso il pranzo. E’ stato un momento di gioiosa convivenza fraterna.

La nostra gratitudine e affetto fraterno ai Giuseppini del Murialdo nella persona di p. Mario Aldegani e del suo Consiglio e al provinciale della Provincia del Brasile, p. Antonio Lauri de Souza.

Care consorelle che celebrate il vostro giubileo, San Leonardo Murialdo vi benedice, perché vi riconosce come le sue figlie autentiche. Che le benedizioni e le gioie di questa giornata giubilare rimangano per sempre. Congratulazioni!

[CIF]

Conclusione della Conferenza Interprovinciale in Brasile

La Conferenza Interprovinciale ha terminato i suoi lavori il venerdì 16 gennaio a mezzogiorno, con una celebrazione eucaristica presieduta dal padre generale.

I temi trattati sono stati: internazionalità e interculturalità, comunità, economia, Famiglia del Murialdo, Pastorale, Formazione, Anno della Vita Consacrata, confratelli in situazioni particolari, calendario 2015-2018.

Un documento finale raccoglie le indicazioni principali scaturite in questi giorni, documento che sarà fatto conoscere nelle quattro lingue di congregazione.

Già venerdì pomeriggio qualche provinciale è ripartito per la propria sede, mentre altri lo faranno nei prossimi giorni.

Ringraziamo tutti i confratelli per la loro vicinanza, ma specie per l’accoglienza veramente fraterna che ci ha riservato la provincia brasiliana, alla quale auguriamo un buon proseguimento in questo anno centenario della presenza giuseppina in Brasile.

 

In Brasile si aprono il Centenario e la Conferenza Interprovinciale

4. Apertura ufficiale della celebrazione nel centenario della presenza dei Giuseppini del Murialdo in Brasile

Con l’atto pubblico di sabato 10 gennaio alla sera nel teatro della nostra Opera CTS in Caxias do Sul è stata ufficialmente aperta la celebrazione del centenario della venuta dei Giuseppini del Murialdo in Brasile.

Al tavolo della presidenza si sono trovati: il padre generale, il padre provinciale, un sacerdote della diocesi in rappresentanza del vescovo, un rappresentante del ministero delle Poste dello stato di Rio Grande Do Sul, il presidente dell’ILEM, p. Ernesto Camerini.

Gli inni nazionali brasiliano e italiano hanno aperto la cerimonia. Hanno poi preso la parola le autorità presenti. Si è ricordato con gratitudine il passato, ma si è detto molto sul presente e si è guardato al futuro con speranza e con fiducia. C’è stata la consegna ufficiale del francobollo e del timbro postale in ricordo del centenario.

I ragazzi dell’opera giuseppina di Caxias do Sul hanno rappresentato con un pezzo teatrale ideato da loro la venuta dei Giuseppini in Brasile. Un gruppo di ballo dell’Ecuador ha proposto una danza folcloristica. Al termine la banda composta dai giovani dell’opera ha eseguito una serie di pezzi musicali molto apprezzati.

A tutti è stato consegnato un volume molto bello sul centenario: scritti e tante foto per rendere anche oggi viva la memoria del passato.

Domenica mattina, 11 gennaio, dopo l’omaggio reso a p. Giovanni Schiavo, presso la sua tomba in Fazenda Souza, alle ore 10.00 nella chiesa parrocchiale di Ana Rech, mons. Alessandro Ruffinoni, vescovo di Caxias, ha presieduto la solenne eucarestia di azione di grazie. Presente anche il signor José Ivo Sartori, da pochi giorni entrato in carica come governatore di Rio Grande do Sul. Al termine della eucarestia sono state consegnate al superiore provinciale del Brasile delle targhe commemorative del centenario; una di esse è stata offerta dalle Suore Murialdine. E’ seguito il pranzo nel salone parrocchiale.

Presso la nostra scuola di Ana Rech è stato allestito un museo per ricordare i cento anni di presenza giuseppina in Brasile.

5. Inizio della Conferenza Interprovinciale a Fazenda Souza

Nella mattinata del 12 gennaio ha avuto inizio la conferenza interprovinciale, cui partecipano il padre generale, i confratelli del consiglio generale, i superiori dei vari organismi in cui è organizzata la nostra famiglia religiosa.

P. Adelio Pasqualotto, vescovo eletto del Vicariato Apostolico del Napo, ha presieduto l’eucarestia con cui si è aperta la giornata.

Alle ore 8.30, don Mario Aldegani, padre generale, ha dato inizio ufficiale ai lavori, rileggendo attraverso i documenti delle precedenti Conferenze Interprovinciali, il cammino fatto in questi anni 2012-2015, che segnano il primo triennio dopo il CG XXII.

I lavori sono poi proseguiti trattando il primo tema all’odg: internazionalità ed interculturalità nella nostra famiglia religiosa.

[TL]

Tempo di celebrazioni per i Giuseppini del Brasile

3. Celebrazione di professioni e di ministeri istituiti

Durante questi giorni è stato bello prendere parte con un gran numero di confratelli e con grande partecipazione di parenti ed amici ad alcune celebrazioni di congregazione.

Venerdì 9 gennaio il padre provinciale del Brasile ha presieduto una solenne concelebrazione nella quale hanno rinnovato i voti i confratelli:Luciano Costa Pereira, Cristiano Parnahiba De Souza, Anderson De Oliveira Fr., Antonio De Castro Lima, Welton Vieira De Andrade, Elves Soares Bessa, Pedro Paulo Da Silva, Alecson Marcon, Emiliano Dantas Soares, Iber Sampi Malu, Luiz Antonio Da Silva, Gerson F. Do Prado J., Edigle Coutinho De Souza.

Inoltre sono stati istituti accoliti: Emiliano Dantas Soares, Joseilton Ramos Dos Santos.

Infine sono stati istituiti lettori: Luciano Costa Pereira, Anderson De Oliveira Fr., Emiliano Dantas Soares.

Sabato 10 gennaio il padre generale ha presieduto l’Eucaristia nella quale hanno professato per la prima volta i confratelli: LEANDRO GON. DE FREITAS, MARCOS DANILO LIMA DOS SANTOS, ANTONIO HILTON DA SILCA ROCHA e hanno professato in perpetuo i confratelli: Joseilton Ramos Dos Santos, Severino Lisboa Campos Filho, Tiagio da Silva.

Maria Immacolata, San Giuseppe e San Leonardo Murialdo accompagnino e proteggano questi giovani giuseppini, segno di speranza per la Provincia Brasiliana che festeggia il centenario!

[TL]

Primi giorni del centenario dei Giuseppini in Brasile

1. Il raduno delle commissioni internazionali dei formatori e della pastorale giovanile

In occasione dell’inizio delle celebrazioni per il centenario della venuta dei Giuseppini del Murialdo in Brasile (1915-2015) si sono incontrate in Fazenda Souza due commissioni internazionali: quella dei formatori e quella degli incaricati della pastorale giovanile nelle rispettive province e organismi similari.

Commissione Internazionale di Pastorale Giovanile.

I lavori sono stati diretti da p. Alejandro Bazan vicario generale e incaricato della pastorale. I vari rappresentanti (Giuseppini, suore Murialdine, laici) si sono ritrovati il 5 gennaio mattina ed hanno iniziato subito il lavoro di revisione ed aggiornamento delle Linee di pastorale giuseppina edite nel 1996. Un lavoro, fatto in gruppo ed in assemblea, che ha occupato gran parte della settimana. Ha coordinato questa parte di lavoro il p. Salvatore Currò. La Commissione ha poi preso in esame e discusso alcune iniziative in atto ed altre da proporre a livello di congregazione: F@D Murialdo, Progetto di ricerca pedagogica, III Congresso internazionale di Pedagogia della FdM, dall’aggiornamento delle Linee di Pastorale Giuseppina alle Linee di Pastorale della FdM, Progetto di proposta di Formazione reciproca nella FdM, incontro internazionale dei Giovani della FdM e GMG 2016, Murialdo Media, Progetto di Scuola Murialdina Internazionale… Un tema dibattuto è stato anche quello indicato dal CG XXII che chiede di definire un profilo identitario del Giovane della Famiglia del Murialdo.

Commissione Internazionale dei formatori

P. Fidel Anton, consigliere generale incaricato della formazione iniziale, ha diretto i lavori dei formatori, lavori che si sono sempre portati avanti in assemblea. Vari i temi affrontati alla luce di Linee di Formazione Giuseppina, della situazione delle varie sedi di formazione, delle problematiche e delle risorse in campo accademico-formativo, sul tema della internazionalità nella formazione, delle sedi internazionali. E ancora: tirocinio, semestre pastorale, preparazione alla professione perpetua, formazione dei formatori. Attualmente sono 145 i giovani che in congregazione a partire dal postulato sono in cammino di formazione.Come sempre la parte più interessante è stata nella possibilità di raccontarsi e di sentire altri che in contesti culturali del tutto diversi stanno coordinando una tappa della formazione; tutti alla luce del medesimo carisma ma ognuno dentro un proprio orizzonte culturale e religioso di appartenenza.

Le due commissioni si sono incontrate insieme per uno scambio tra formazione e pastorale, concludendo così i giorni della loro riflessione. I temi e i risultati espressi dalle due commissioni saranno ora sul tavolo della Conferenza Interprovinciale.

2. Quinto Consiglio della Federazione Internazionale degli Amici ed Ex Allievi del Murialdo

Il signor Paolo Brusarosco, presidente della Federazione Internazionale degli Amici ed Ex-Allievi del Murialdo, ha qui convocato i vari rappresentanti delle singole realtà di congregazione. Al tavolo della presidenza oltre al signor Paolo si sono trovati: il padre generale, il superiore provinciale della Provincia Brasiliana, il p. Adelio Pasqualotto, neo eletto vescovo del Vicariato Apostolico del Napo, la signora vicepresidente Tania Sarate, dell’Ecuador. Ognuno di loro ha preso la parola per indicare quando sia importante questo segno di comunione internazionale nella congregazione e nella Famiglia del Murialdo. Significativa la presenza di un gruppo di italiani e di un gruppo di equatoriani. Hanno poi espresso la loro partecipazione raccontando quanto nelle rispettive province si stia realizzando grazie all’Associazione degli Amici ed EX Allievi del Murialdo, i superiori provinciali, presenti al completo.

I partecipanti hanno anche preso atto di quanto la Federazione Internazionale sta realizzando sia grazie alla relazione del presidente sia grazie ad una pubblicazione che ne illustra con articoli e foto la attività svolta in diverse nazioni di presenza giuseppina.

L’incontro è terminato con il grazie per il lavoro svolto e con l’augurio per le prossime iniziative.

Alla sera nel grande salone, stracolmo di gente, si è tenuto un simpaticissimo momento di festa e di condivisione tra canti e scenette; alla fine non ha potuto mancare il brindisi augurale.

[TL]