d. Vinicio Crema

* 27-09-1934

† 09-03-2017

Padre Vinicio Crema

Padre Vinicio Crema è morto il 9 marzo 2017 all’ospedale di Modena dove era ricoverato da qualche giorno.
Padre Vinicio era nato a Saletto (Padova) il 27 settembre 1934.
Fece il noviziato a Vigone nell’anno 1951-1052; professò per la prima volta l’8 ottobre 1952.
Dopo il triennio di studi a Ponte di Piave, dal 1955 al 1958 fece il magistero per due anni a Oderzo e uno a Cesena, come maestro elementare.
Frequentò la teologia a Viterbo presso l’Istituto “San Pietro”.
A Viterbo professò in perpetuo il giorno 9 novembre 1958; a Viterbo, in Santa Rosa, fu ordinato sacerdote il 30 marzo 1963.
Nell’anno 1970 aveva conseguito la licenza in teologia pastorale al Laterano.
Da sacerdote novello fu a Cesana per un anno, poi a Montecchio Maggiore (1964-1969), come insegnante; dopo l’anno di studi a Roma, dal 1970 fino ad oggi p. Vinicio è stato nella comunità “Sacro Cuore” di Modena.
Fu insegnante e animatore delle scuole medie di primo grado, con competenza e passione, coinvolgendo alunni, insegnanti, genitori. Fu anche preside delle medie e per alcuni anni vicedirettore della comunità.
Specie al sabato e alla domenica si rese disponibile al ministero parrocchiale.
I funerali saranno celebrati sabato 11 marzo alle ore 15.00 presso la chiesa di Sant’Antonio alla Cittadella, in Modena; sarà poi sepolto nella tomba di congregazione al cimitero comunale di Modena.

p. Ugo Maggiore

* Foggia, 21-09-1928

† Roma, 06-02-2017

PADRE UGO MAGGIORE

Era nato a Foggia il 21 settembre 1928.
Presso l’opera San Michele in Foggia fece il postulato ed entrò in noviziato a Vigone il 19 ottobre 1946; fece la sua prima professione il 20 ottobre 1947.
Dal 1947 al 1950 fu a Ponte di Piave per le classi delle superiori e fece il suo tirocinio presso l’opera Pio X in Roma, insegnante ed assistente nelle elementari.
Dal 1953 al 1957 frequentò teologia a Viterbo, nell’Istituto San Pietro.
Il 27 agosto 1952 fece la professione perpetua a Vico Equense e divenne sacerdote a San Giuseppe Vesuviano il 29 giugno 1957.
Dal 1957 al 1959 fu insegnante a San Giuseppe Vesuviano, poi per quattro anni ad Albano, quindi dal 1963 al 1968 all’opera Pio X di Roma.
Dopo un anno a San Giuseppe Vesuviano, fu direttore a Segezia per un triennio, 1969-1972; quindi per sei anni direttore a Montecatini Terme. Tornò ad Albano nel 1978, dove divenne direttore dal 1985 al 1988. Fu ad Albano, con compiti di insegnante e anche di preside per il Liceo Scientifico (1996-1999), fino all’anno 2004, quando fu trasferito all’opera Pio X di Roma.
Ha espresso la sua vocazione giuseppina soprattutto nella scuola, specie quale insegnante di filosofia. Discreto e signorile nel tratto, ha compiuto con fedeltà i compiti che gli sono stati assegnati, realizzando così la sua vocazione giuseppina.

d.Umberto Dorigatti

* Riva del Garda, 26-08-1927

†Archidona, Ecuador 10-02-2017 DorigattiUmberto_tess

 

P. UMBERTO DORIGATTI

Si è spento ad Archidona, Ecuador, nel giorno10 febbraio 2017.
Era nato a Riva del Garda, Trento, il 26 agosto 1927.
Dopo il postulato a Montecchio Maggiore, entrò in noviziato a Vigone l’11 settembre 1943; fece la sua prima professione il 12 settembre 1944. A Vigone fece il primo anno di filosofia.
Dopo due anni a Ponte Piave, partì per l’Ecuador destinato alla missione giuseppina dove arrivò il 30 marzo del 1947.
Compì il suo tirocinio parte in Tena, capitale del Vicariato Apostolico del Napo, parte in Ahuano e parte in Cotundo.
In Tena fece la sua professione perpetua il 4 ottobre 1949.
Studiò teologia ad Ambato negli anni 1951-1954.
Fu ordinato sacerdote ad Ambato l’8 dicembre 1954.
Fu sacerdote per quattro anni in Quito a la Magdalena, 1954-1958, poi un anno a Puente Rivadeneira. Quindi in parrocchia: Lourdes, Fatima, Tena, Puerto Napo, Archidona. Parroco della cattedrale del Tena dal 1986 al 2007.
Negli ultimi anni fu ancora parroco a Talag, fino al 2011, quando fu trasferito ad Archidona.
La salute non era più forte come prima anche se in p. Umberto non venne mai meno la forza per combatterla e il sorriso ricco di speranza, fino alla fine.
Dal cielo preghi per la nostra congregazione, perché non venga mai meno lo spirito missionario che lo animò in questo servizio lungo 70 anni.

P. Tullio Locatelli

p.Antonino Toso

* 27-09-1924

† 10-02-2017

d.Antonino Toso

Padre Antonino è nato a Mussolente, Vicenza, il 27 settembre 1924.
Dopo il postulato a Montecchio Maggiore, il 28 agosto 1941 entrò in noviziato a Vigone; qui fece la sua prima professione il 29 agosto 1942.
In parte a Sommariva del Bosco, Cuneo, e in parte a Ponte di Piave, Treviso, fece le scuole superiori.
Negli anni 1945-1947 fece il magistero al “Camerini” di Padova.
A Montecchio Maggiore l’8 agosto 1947 professò in perpetuo.
Terminati gli studi teologici a Viterbo, fu ordinato sacerdote l’8 marzo 1952 a Viterbo.
A Roma presso il Laterano ottenne la Licenza in Teologia Pastorale.
Come sacerdote svolse la sua attività sempre tra l’opera del Pio X in Roma e Santa Marinella. A Santa Marinella fu vicerettore dal 1955 al 1960 e economo dal 1967 al 1970. Per il resto sempre a Roma, Pio X.
Insegnante, assistente dell’Azione Cattolica e degli ex-allievi, in mezzo ai piccoli e ai grandi per la catechesi, in chiesa per le celebrazioni e per le confessioni, don Antonino c’era sempre, si era sicuri di trovarlo.
Una sera l’ho incontrato per le vie della parrocchia; la salute non era più quella di una volta e soffriva per problemi all’udito. Gli ho chiesto cosa facesse in giro per il quartiere. Mi mostrò la corona del rosario e mi disse: “Prego, prego per tutti, questo lo posso sempre fare e poi lascio al Signore distribuire la preghiera là dove ce ne sia più bisogno”.
Grazie e continua a pregare per noi tutti.