Domenica 17 Giugno

La sveglia dei capitolari è suonata presto stamattina: alle 6.30 del mattino siamo tutti nel refettorio per la colazione e alle 7 tutti in pullman!

Si parte per Ambato, una città’ di circa 160.000 abitanti, 120 km a sud di Quito lungo la bellissima cordigliera delle Ande. Siamo nella provincia del Tungurahua, quella in cui sono transitati tutti i primi eroici missionari giuseppini del secolo scorso per raggiungere il Napo. Ed è proprio da questa regione che vengono la maggior parte dei Giuseppini ecuatoriani… un paesaggio incantevole e Ambato, che è oltre i 2500 metri slm, è anche la capitale dei fiori e della frutta: puoi trovare un mazzo di 24 rose a solo 2 dollari… e puoi anche trovare un economo generale ambateño che guarda caso, si chiama proprio “Flores”!

Ad Ambato i Giuseppini gestiscono due scuole con circa 1700 alunni: la “Gonzalez Suarez” e il “Collegio tecnico Murialdo”; inoltre una parrocchia di circa 6000 abitanti e una bella chiesa circolare intitolata a “San José Custodio del Redentor” ed è proprio in questo tempio che i capitolari celebrano la Messa, presieduta dal neo p. Generale, in cui si festeggiano soprattutto 4 Giuseppini ecuatoriani, che ricordano 50 anni di vita sacerdotale: Gilberto Freire, Gustavo Orbea, Evelio Ortiz e Efren Gallegos. Una celebrazione festosa con tanta gente e poi tutti in teatro per i saluti, gli auguri, i canti, le danze e tanta gioia! Infine il pranzo sotto i gazebo nel cortile, altri regali, altra musica, altri balli…

Prima del rientro a Quito c’è il tempo per un passaggio nella comunità delle suore murialdine e alla loro casa di accoglienza per bambini abbandonati: altre “dinamiche”, altri canti e una merenda insieme!

Insomma oggi niente lavoro per i capitolari: be’ … era o non era il giorno del Signore?
Ma domani … è Lunedì!!!

This post is also available in: Inglese Spagnolo Portoghese, Brasile