Segnalateci i vostri articoli sul web. Scrivete a news@murialdo.org

Buenos Aires – Argentina
25 al 29 marzo 2019

LA FORMAZIONE GIUSEPPINA OGGI

1.FORMATORI PARTICIPANTI

1. P. Nadir Poletto (Adm. Centrale)
2. P. Mishiadas Govindan (Adm. Centrale)
3. P. Luigi Centin (Viterbo)
4. P. Giuseppe d’Oria (Italia)
5. P. Carmelo Prestipino (Ecuador/Colombia)
6. P. Roberto Landa (Messico/USA)
7. P. Mario Cailotto (Messico/USA)
8. P. Carlos Albero Wessler (Brasile)
9. P. Marcelino Modelski (Brasile)
10. P. Sebasrian Martinez Vera (Argenrina/Chile)
11. P. Bruno Guzzonato (Africa)
12. P. Bernard Manu (Africa)
13. P. Anuraj Tony Pradeep (India)
14. P. Ángel Martínez (Spagna)
15. P. Milttan Thyparambil (India)

2. OBIETTIVI DELL’ INCONTRO:

• Conoscenza della realtà formativa di ogni provincia, vice-provincia, delegazione, con i metodi concreti con cui si lavora nella formazione in ogni sede.
• Condivisione sulle problematiche che si manifestano nel cammino della persona in formazione nelle diverse dimensioni: umana; (conoscenza di sé, l’affettività e la sessualità) spirituali; carismatica; intellettuale; psicologico.
• Pensare la formazione dentro di un contesto più ampio, di comunità (religiosa, apostolica), valorizzando la dimensione delle relazioni territoriali, proprio per valorizzare il discernimento non solo personale, ma anche comunitario.
• Pensare criteri comuni per una formazione giuseppina in congregazione, per salvaguardare l’unitarietà della formazione, conforme il XXIIICG n. 37 e raccomandazione n. 3.1. Si può pensare in una “Ratio Formationis” giuseppina che raduna tutti gli aspetti già presenti nei documenti attuali della Congregazione e della Chiesa?

3. TEMI DA AFFRONTARE

• Conoscenza della realtà formativa di ogni provincia e organismi similari;
• Chi sono i formandi oggi? Risorse e problemi;
• Qual è il fine della formazione giuseppina? La formazione al servizio dell’identità giuseppina.
• Formale all’interiorità della persona, valorizzando le esperienze quotidiane in un serio servizio di accompagnamento vocazionale che porti ad un continuo discernimento vocazionale;
• Formazione umana/affettiva e Formazione spirituale carismatica. Per una formazione che porti a conoscersi se stessi (maturità affettività, sessualità, equilibrio psichico, capacità relazionale…) e Cristo, il Figlio di Dio attraverso la sua Parola e la vita;
• Formazione e Pastorale giuseppina: suggerimenti di un programma di formazione pastorale giuseppina per oggi;
• Le Tappe Formative: Indicazioni per un progetto di Pastorale giovanile vocazionale; Discernimento e Postulato; Noviziato; Postinoviziato (Il valore della filosofia, Tirocinio, Teologia).
• Formazione Permanente: riflessione su l’importanza della formazione permanente a livello personale, comunitario, provinciale e congregazione; Proposte concrete di formazione permanente ai giovani preti;…

This post is also available in: Inglese Spagnolo Portoghese, Brasile