Per i giovani

Ecco l’oratorio per il Murialdo

cornicetta_media

“Pregare, imparare, giocare”: tre verbi che racchiudono una strategia educativa.

Tre verbi volti ad educare oltre l’oratorio. Tre verbi che costituiscono alcuni dei perni della pedagogia del Murialdo e, dunque, in ultima analisi, del suo carisma apostolico. Tre verbi oltre il tempo, tre infiniti che dovrebbero caratterizzare l’azione del nostro essere per i ragazzi poveri.

Tre tempi in-finiti (non-finiti) che richiedono contemporaneamente fedeltà e capacità di cambiamento. Tre verbi in costruzione permanente.

Scuola e CPF

cornicetta_media

Immagine_per_i_giovani

San Leonardo Murialdo dedicò tutta la sua vita all’educazione dei ragazzi e giovani più poveri e bisognosi. Assieme ad un gruppo di educatori di Torino, a metà Ottocento, vedendo l’urgente necessità di attenzione, accoglienza, educazione, promozione ed evangelizzazione di questi ragazzi, spese tutta la sua esistenza per accompagnarli e sostenerli nel loro processo educativo, specialmente nel Collegio degli Artigianelli, offrendo loro una formazione integrale che li aiutasse ad essere buoni cristiani ed onesti cittadini.

Il suo scopo era educare per il paradiso, e lo manifestava espressamente con la frase, “ne perdantur”, (perché non si dannino), dandosi da fare perché avessero Vita abbondante in Gesù Cristo. Ma, contestualmente, si dava da fare per formarli umanamente e professionalmente, perché fossero attivi e felici costruttori di una società migliore.

Centri di accoglienza – Centri educativii

cornicetta_media

Giovani Scuole

Poveri e abbandonati: ecco i due requisiti che costituiscono un giovane come uno dei nostri, e “quanto più povero e abbandonato, tanto più è dei nostri”, diceva s. Leonardo Murialdo. Durante tutta la sua vita si è dedicato totalmente a loro. Li accolse negli Oratori e, a partire dal 1866, si diede totalmente a loro nel Collegio degli “Artigianelli”, a Torino. Lì vivevano e si educavano più di duecento ragazzi e giovani perché arrivassero ad essere buoni cristiani ed onesti cittadini. Li seguivano il Murialdo ed un gruppo di educatori.
Questa convinzione della necessità di dare la vita per l’educazione dei giovani, nata dall’incontro tra l’esperienza dell’amore di Dio e la dura realtà dei ragazzi di strada, si prolungò nel tempo tramite la Congregazione di san Giuseppe ed oggi ha raggiunto quindici nazioni, ove si è diffuso questo carisma di servizio, incarnato in religiosi/e e laici/e, che condividono questa spiritualità.

Parrocchie e oratori

cornicetta_media

Giovani Scuole

“Andate in tutto in mondo, predicate il vangelo, battezzate e insegnate loro a compiere ciò che io ho comandato …”, diceva Gesù prima di ascendere al cielo. I discepoli di Cristo incominciarono a diffondere la buona novella testimoniando la propria fede in Gesù Cristo, che con la sua risurrezione ci ha dato la salvezza. Lungo il suo cammino storico la Chiesa ha vissuto e testimoniato la propria fede nei cinque continenti.
Anche oggi la Famiglia del Murialdo si sente interpellata da questo comando di Gesù e, in sintonia con la Chiesa, si mette a servizio dell’evangelizzazione partendo dal suo carisma specifico di educatori cristiani dei giovani più poveri.

L’Africa Giuseppina

L’Africa Giuseppina from Morg Team on Vimeo.

Missioni e volontariato

cornicetta_media

Immagine_per_i_giovani

La Chiesa è stata fondata per la missione. Questa è la sua identità più profonda: testimoniare nel mondo l’esperienza dell’amore infinito, tenero e misericordioso di Dio che ci ha salvati in Gesù e ci riempie di gioia con la sua costante presenza tra di noi. Spinta dal comandamento di Gesù e appassionata per l’umanità, si dona totalmente perché tutti gli uomini possano conoscere e godere questa esperienza che può riempire di gioia la loro vita.
Testimoniando e trasmettendo la propria fede, costruendo comunità di vita e lavorando al servizio del regno di Dio, la comunità ecclesiale protegge e moltiplica la vita che c’è in essa, che si esplica in due modalità fondamentali: la pastorale e la missione.

In rete

cornicetta_top

rubrica in collaborazione con la redazione di Vita Giuseppina

Ascolta

cornicetta_top

Prendi lezioni dal passato
ma vivi nel tuo tempo,
ascolta e comprendi le voci dell’universo,
della tua terra, della tua gente
della tua città, della tua patria,
le voci dei sofferenti, dei poveri
e degli oppressi.
Compenetrati di tutto ciò che è bello
buono, vero e santo.
Non si perde nulla a vivere generosamente
nobilmente, amabilmente,
nutrendo nell’animo la sincerità,
la giustizia, il buon senso, la bontà.
Solo così imparerai a leggere i segni dei tempi e di Dio,
e a sentire i richiami delle anime.

Cup Song – Collegio Scuola San Giuseppe di Rivoli

cornicetta_top

Educare nella gioia

Le opere per i giovani nel mondo

World_map

This site uses cookies that improve the browsing experience. If you want to know more <a style="color:white" href="/en/cookie-policy-en/">click here</a> more informations

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Close