P. Luis Villacis

29 Dicembre 1931 / 29 Maggio 2020

P. Luis Villacis è stata un’altra vittima del covid-19. E’ morto il 29 maggio 2020 all’ospedale del Tena, Ecuador. E’ stato sepolto in un cimitero da poco aperto in Archidona.
Nato a Patate, Tungurahua, il 29 dicembre 1931, il 14 agosto 1950 entrava nel noviziato giuseppino di Ambato, dove faceva la sua prima professione il 15 agosto 1951.
Fece gli studi superiori in Ambato e il magistero a Tena. 
A Tena fece la professione perpetua il 29 giugno 1957.
Dal 1957 al 1962 studiò a Viterbo, Istituto San Pietro; a Viterbo fu ordinato sacerdote il 18 marzo 1962.
Molto dotato per lo studio ottenne diversi titoli per essere docente e direttore di scuole.
Diverse le comunità ed opere in cui p. Luis ha svolto il suo apostolato giuseppino:  Tena (1962-1968), Quito-La Magdalena (parroco direttore, 1968-1972). Fu quindi a Roma in via Etruschi 7 per un periodo di studio dal 1972 al 1975.
Quiandi a Quito nell’Istituto Tecnico (1975-1976), La Magdalena (1976-1977), Salinas (1972-1979), Tena (1979-1989), Ambato (direttore del seminario 1989-1996), Pifo (1996-1997), Tena (1997-2001), Quito scolaticato (2001-2003), Borja (parroco 2003-2006), Quito San Rafael (2006-2008), Ambato (2008-2010), Quito San Rafael (2011-2015), Babahoyo (2015-2018), Archidona (2018). E’ stato consigliere provinciale dal 1986 al 1989.
Ospite all’Asilo di Archidona non aveva perso la sua voglia di studiare e di leggere per tenersi aggiornato, soprattutto testi che riguardassero la cultura contemporanea e il tema della pastorale.

Clicca qui per iscriverti alla nostra newsletter