DA ROSARIO DE LA FRONTERA Provincia di Salta - Rep. Argentina


  • 29 Settembre 2020

La tristissima esperienza della pandemia Covid-19 da un lato ha significato, dall'altro, ricorrere alla creatività per sfruttare anche in questo frangente i media solidali, mettendoli al servizio della fede e mantenendo il contatto con la popolazione. Quest'anno non è stato possibile svolgersi come sempre, ogni 15 settembre, la tanto sentita e partecipata celebrazione dei Santi Patroni, il Signore e la Vergine del Miracolo con le processioni, le messe solenni, gli incontri popolari, ma non è mancata la rievocazione festosa e credente, di gratitudine e supplica. La messa concelebrata è stata concelebrata con i due sacerdoti della vicina parrocchia ed è stata trasmessa su Internet e via radio. Inoltre, la realizzazione del concorso degli altari domestici a cui hanno partecipato più di 200 famiglie della città, decorando le loro case e posizionando i loro piccoli altari d'onore e di lode.

 

Un altro evento vissuto in comunità, il 23, è stato l'incontro virtuale dell'intera comunità carismatica con il Padre Provinciale dei Josefinos e la Madre Generale dei Murialdines, condividendo esperienze, situazione presente e prospettive future, in un quadro di speranza, in questo momento molto particolare.

 

E che felicità è stata poter celebrare con il nostro caro Fratello Papis Dju, il 24 settembre, giorno dell'indipendenza della sua amata terra d'origine, la Guinea Bissau, così lontana fisicamente ma presente e condivisa dal suo cuore tra noi.

NEWS

Altre news

26 ottobre, anniversario della nascita di san Leonardo Murialdo

  Nel suo Testamento spirituale san Leonardo scrive, immaginando che Dio si rivolga a lui: «Da tutta l’eternità io pensai a te; ti chiamai con il tuo nome e decisi di salvarti, santificarti e glorificarti eternamente, per il grandissimo amore con cui ti ho amato da sempre». In un’altra pagina del Testamento, annota: «Fin dalla nascita Dio mi ha colmato dei suoi benefici». E descrivendo la chiesa di San Dalmazzo a Torino, afferma: «Ecco il sacro fonte, dove il tuo amore mi donò l’innocenza e mi adottò come tuo figlio per mezzo del santo battesimo».   ​​​​​​26 ottobre, anniversario della nascita di san Leonardo Murialdo (messaggio del padre generale)   La data del 26 ottobre segna per san Leonardo Murialdo il suo compleanno e oggi da quella data ne sono passati 192. La ricorrenza per noi si riveste di memoria che alla luce della storia che ne è seguita la rende piena di significato. Certo in quel momento di 192 anni fa non si poteva immaginare il futuro che ne sarebbe derivato, tuttavia qualche segno lo si può individuare. Intanto una famiglia che accoglie una nuova vita accanto a delle altre. Una famiglia profondamente religiosa che offre ai figli una base di vita veramente umana e cristiana. Una famiglia nella quale il piccolo Nadino respira affetto, tenerezza, cura, accanto alle sorelle e al fratello, tutte attenzioni che lasciano il segno nella vita di Leonardo e che porteranno frutti in seguito. Due giorni dopo sarà battezzato nella vicina chiesa di San Dalmazzo  e come non pensare che lo Spirito abbia già messo dentro il suo cuore quel seme di bontà che poi Leonardo trasformerà in annunci di misericordia  per tanti ragazzi? Che preghiera fare in questo giorno? Preghiamo per le famiglie, perché siano nelle condizioni di accogliere la vita e di prenderne cura. Preghiamo per tutti i bambini, perché abbiano la possibilità di una educazione umana e religiosa. Preghiamo anche per la nostra congregazione, che sappia essere testimone di tenerezza e di misericordia offrendo una famiglia a chi ne ha bisogno. Don Tullio padre generale


25 Ottobre 2020

thumb
Clicca qui per iscriverti alla nostra newsletter