I giovani parlano dell'enciclica 'fratelli tutti'


  • 10 Novembre 2020

I giovani vicini alle nostre opere nella Provincia ecuadoriana ci parlano di "Fratelli tutti", l'Enciclica di Papa Francesco, sulla fraternità e l'amicizia sociale. Ci occuperemo dei primi tre capitoli:

Fr. Breynner Lopez fa un'introduzione generale che descrive il ministero di Papa Francesco e la sua vicinanza all'eredità di San Francesco d'Assisi e al mondo giovanile.

Yasmary Chiluisa, dall'Ecuador, dà una breve descrizione del capitolo  uno e poi inizia parlando del capitolo due, dove si pone l'accento sulla parabola del Buon Samaritano, menzionando l'importanza di accogliere e dedicare tempo prezioso alle persone in modo disinteressato.

Nel terzo capitolo, Karla Montenegro, anch'essa ecuadoriana, descrive gli elementi fondamentali sottolineando la sincera donazione di sé agli altri per trovare il vero sviluppo della vita.

guardare il link 1

 

NEWS

Altre news

FESTA DEL PRIMO MAGGIO A SAN GIUSEPPE VESUVIANO

Da quest'anno di san Giuseppe la festa del primo maggio, festa del lavoro, liturgicamente è stata elevata a memoria obbligatoria in onore di san Giuseppe lavoratore. Qui a San Giuseppe Vesuviano negli anni passati era festa patronale cittadina. Nonostante le restrizioni per la pandemia, e considerando la grave crisi economica occupazionale, abbiamo voluto restituire importanza a questa data significativa. Per l'occasione una solenne concelebrazione vespertina si è svolta nel nostro santuario, presieduta dal cardinale Marcello Semeraro, prefetto della congregazione per le cause dei santi, che ha sottolineato la missione del Patrono dei lavoratori ed è rimasto ammirato del Tempio dedicato. Dopo l'eucarestia si è inaugurato nella piazza antistante un busto in bronzo con la base in pietra lavica di don Giuseppe Ambrosio, illustre concittadino, fondatore del monumentale santuario (come pure delle opere collaterali) e apostolo di San Giuseppe nel mondo. E' stato un doveroso omaggio nel 150° della sua nascita, riconoscente verso chi ha dedicato la vita a tale scopo, con fede e amore per tutta la prima metà del Novecento, e chiamando i Giuseppini a guidarla. L'opera scultorea è stata realizzata dall'artista Domenico Sepe e realizzata con le donazioni raccolte dal club Lions "San Giuseppe Terre del Vesuvio". Il cardinale ha benedetto il busto e vari interventi si sono susseguiti, alla presenza delle autorità e di una rappresentanza del popolo sangiuseppese.


11 Maggio 2021

thumb
Clicca qui per iscriverti alla nostra newsletter